Patente, arriva la proposta di ritiro dopo gli 80 anni

Patente (foto dal web)
Patente (foto dal web)

Sono gli anziani dopo gli 80 ad anni ad essere entrati nel mirino di Ernesto Grippo, Comandante dei Vigili dell’Aquila, che nell’intervista concessa al quotidiano Centro ha proposto per loro il ritiro della patente motivandone i motivi.

Queste le sue dichiarazioni: “Fosse per me, affronterei la problematica degli anziani alla guida in un modo semplice: patente ritirata al compimento dell’ottantesimo compleanno. Con l’avanzare degli anni entrano in scena problematiche che non sono affrontate allo stato attuale. Il medico curante può valutare l’idoneità fisica, ma difficilmente riesce a indagare l’aspetto psicologico. E poi con l’età i tempi di reazione aumentano”.

 

Togliere la patente agli over 80 è la soluzione?

Questo tema è tornato in auge dopo che qualche giorno fa un signore di 84 anni è finito con la sua Fiat Punto contro contro la vetrina dei locali del Centro unico di prenotazione (Cup) proprio a L’Aquila. Inoltre è stato messo in evidenza il fatto che nel 2012 sono calati i decessi per tutte le categorie d’età, tranne per la fascia compresa tra gli 80 e gli 84 anni che ha fatto registrare un +14%rispetto al 2011. L’aumento è invece del 25% per coloro che hanno un’età tra gli 85 e gli 89 anni.

Attualmente la legge prevede che sotto i 50 anni la patente vada rinnovata ogni 10 anni presso un medico abilitato della Asl, dell’Aci oppure delle forze dell’ordine. Dopo i 70 anni il rinnovo è obbligatorio ogni 3 anni, mentre per gli over 80 ogni 2.

Il Comandante Ernesto Grippo per dare forza alla sua tesi ha fornito un’ulteriore spiegazione: “Da parte nostra l’unico strumento che abbiamo è quello di potenziare i controlli in strada. Quest’anno all’Aquila abbiamo sanzionato 47 automobilisti con patenti scadute o addirittura senza patente, un numero importante se confrontato alle 12 sanzioni analoghe nel 2013 o alle 2-3 annue tra il 2005 e il 2007. In qualche caso possiamo chiedere la revisione della patente, ma devono esserci parametri oggettivi o un incidente la cui dinamica dimostri una condizione psicofisica alterata”.

Ritirare la patente alle persone con più di 80 anni può essere una soluzione per risolvere alcuni problemi presenti nelle strade? Giordano Biserni dell’associazione Amici Polizia Stradale si interroga sulla fattibilità di togliere la patente a questa gente che è ormai abituata a guidare e propone delle alternative più realistiche: “Stiamo parlando di persone che hanno abitudini e aspettative consolidate. L’unica possibilità sarebbe di limitare la validità della patente non solo nel tempo, ma anche nello spazio. Si può chiedere a un ultraottantenne di rinunciare a guidare di notte o in autostrada, oppure di limitarsi a usare l’auto all’interno della provincia, con strade che conosce per andare, ad esempio, al supermercato”.