MotoGP, Jorge Lorenzo: “Pol Espargarò grande opzione per Yamaha”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Nei prossimi anni Valentino Rossi abbandonerà il Motomondiale e altri piloti, vedi Dani Pedrosa, raggiungeranno la soglia dei 30 anni, lasciando diverse selle ufficiali vuote. E Jorge Lorenzo sembra avere già le idee chiare sul suo futuro compagno di squadra…

Diversi giovani riders sono pronti a scalzare i veterani, a cominciare da Pol Espargarò (classe 1991) che dopo aver vinto il Mondiale Moto2 nel 2013 quest’anno ha debuttato in MotoGP con il team Yamaha Monster Tech3 ed è considerato il successore di Valentino Rossi, probabilmente nel 2017.

Ma i giovani campioni scalpitano e la concorrenza è sempre in agguato per portare nei propri box i ‘gioiellini’. Un esempio su tutti è il caso di Jack Miller arruolato dal team Honda di Lucio Cecchinello, che ha scommesso sull’australiano anticipando i tempi di ‘maturazione’. E Pol Espargarò potrebbe emigrare verso la Honda o la Ducati già dal 2016, perchè un altro anno di attesa potrebbe scoraggiarlo e frenare le ambizioni…

 

Jorge Lorenzo scommette su Pol Espargarò e Jack Miller

A confermare tale ipotesi è un fuoriclasse del calibro di Jorge Lorenzo che, in un’intervista riportata da Speedweek, ha elogiato il motociclista di Granollers: “Pole è tra i più promettenti giovani piloti. Nel suo primo anno ha fatto abbastanza bene, anche se non ha avuto la possibilità, come Márquez, di lavorare in un team ufficiale. Questo fa una differenza significativa. Nel 2015 sarà davvero difficile per lui lottare per la vittoria – ha confessato Lorenzo -, ma è un pilota di grande talento e ambizioso. Per Yamaha è una grande opzione per il futuro”.

E secondo Jorge Lorenzo anche Jack Miller farà la sua bella figura nel Mondiale MotoGP 2015: “Ha fatto un grande affare, Honda lo sosterrà con forza – ha detto il maiorchino della Movistar Yamaha al quotidiano ‘Marca’ -. Se non azzarda, forse il treno non ripassa. Ha la fiducia di farlo. Ora deve stare attento a non farsi male. Honda ha creato una buona moto, il resto dipende da lui”.