Roma: l’auto si blocca nel traffico, pestato a sangue il cognato di Raf

Polizia di StatoUn bruttissimo episodio si è verificato giorni fa a Roma, dove un incensurato di 41 anni, Vincenzo Labate, cognato del noto cantante Raf, è stato pestato a sangue da due sconosciuti a bordo di un’utilitaria.

Secondo le ricostruzioni dei passanti l’auto di Vincenzo Labate si è fermata nel traffico per un’avaria, un inconveniente che avrebbe spazientito i due energumeni che sono scesi dall’auto e hanno iniziato a prendere a pugni il 41enne.

 

Vincenzo Labate sottoposto ad intervento neurochirurgico

L’episodio è avvenuto intorno alle 17 in via Santa Rita da Cascia, periferia del Casilino, e all’arrivo dei poliziotti Vincenzo Labate era ancora cosciente, nonostante l’efferatezza dei due automobilisti. Un’aggressione spietata sotto gli occhi di diversi passanti che hanno subito chiamato il 113: “Si erano accaniti, erano di una violenza inaudita”, hanno spiegato in un secondo tempo.

Dopo essere stato ricoverato al policlinico di Tor Vergata il cognato di Raf ha spiegato agli infermieri la dinamica degli eventi: “La mia macchina si è bloccata, due uomini che mi stavano dietro a bordo di una Cinquecento nuovo tipo mi hanno insultato e poi all’improvviso mi hanno preso a pugni”, si legge sul quotidiano ‘Il Messaggero’.

Poco dopo  Vincenzo Labate ha perso coscienza, è entrato in coma farmacologico ed è stato sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico, ma pare che ora sia fuori pericolo, sebbene la prognosi resti riservata. A fargli visita anche suo cognato Raf, sconvolto per quanto accaduto. La polizia ha a disposizione un dettagliato identikit dei due aggressori ed è sulle loro tracce.

Inoltre gli esperti della polizia scientifica hanno a disposizione alcuni filmati delle telecamere di sorveglianza piazzate nella zona dello spiacevole episodio. Quindi i due picchiatori hanno le ore contate…!