Ferrari F1, la rivoluzione continua: via Tombazis e Fry, Allison nuovo dt

James Allison
James Allison (getty images)

La notizia era nell’aria da settimane ma ora è giunta l’ufficialità. La Scuderia Ferrari ha annunciato ufficialmente l’addio di Nikolas Tombazis, chief designer, e Pat Fry, Direttore dell’Ingegneria. La Direzione Tecnica sarà affidata a James Allison cui risponderanno due ingegneri italiani cresciuti nel team del Cavallino, Simone Resta e Mattia Binotto.

Il capo della gestione sportiva e team principal Maurizio Arrivabene ha deciso per un’organizzazione più delineata, con responsabilità delineate e ben precise. La rivoluzione in casa Ferrari prosegue in vista del Mondiale 2015 di Formula 1 e James Allison avrà la responsabilità complessiva della realizzazione di una monoposto competitiva per Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, oltre che del nuovo arrivato Esteban Gutierrez, collaudatore e terzo pilota.

 

La direzione delle attività sportive relative alla Formula 1 è affidata a Massimo Rivola, mentre ad Antonello Coletta sarà affidata la responsabilità per le competizioni GT e Corse Clienti. Resta al suo posto Luca Baldisserri che gestirà la Ferrari Driver Academy. Cambiamenti in vista anche per l’ufficio stampa che sarà diretto da Alberto Antonini, noto giornalista collaboratore di riviste e quotidiani, oltre che commentatore della Rai, in passato, e di Sky Italia in seguito.

 

 

Il team di Maranello cambia tutto per tornare a vincere

Qualche giorno fa Maurizio Arrivabene, in occasione del pranzo natalizio, aveva suonato la carica per gli uomini di Maranello: “Per me è un grande orgoglio lavorare per questa azienda, che è la più bella che c’è. Le aziende sono fatte di persone e questa è fatta da persone speciali. Ora ci scambiamo gli auguri di Natale, ma da gennaio voglio vedervi non in difesa ma all’attacco – ha detto il nuovo team principal sul sito Ferrari.com-, perché l’obiettivo è riportare la Scuderia nelle posizioni che merita”.

I cambiamenti radicali che stanno rivoluzionando la scuderia Ferrari potrebbero causare qualche interrogativo, ma il patron Sergio Marchionne ha invitato tifosi, meccanici e tecnici ad avere fiducia nel gruppo: “In questa sala ci sono molte persone di grande talento. Io sono qui per farvi lavorare al meglio e darvi le risorse per fare in modo che con le vostre capacità la coppia di piloti straordinari che abbiamo sia in grado di competere per la prima fila. Per questo ho deciso di chiamare Maurizio Arrivabene che garantirà a voi e alla Ferrari la leadership più efficace – ha detto Marchionne -. Maurizio ha la mia piena fiducia, conosce questo mondo da molto tempo e ha le capacità per guidare la Scuderia in un periodo difficile per il team ma anche per tutta la Formula 1. Non temete il cambiamento, siate proattivi, abbiate il coraggio di dare idee. So che ne siete capaci ed è di questo di cui la Ferrari ha bisogno”.