F1, Lewis Hamilton sportivo dell’anno in Gran Bretagna: “Voglio continuare a vincere”

Lewis hamilton
Lewis Hamilton (getty images)

Per Lewis Hamilton l’annata 2014 è stata sicuramente straordinaria e indimenticabile. Il pilota della Mercedes ha vinto il secondo titolo mondiale della sua carriera in Formula1 al termine di una stagione che lo ha visto trionfare in ben 11 gare dimostrando ampiamente di meritare il successo finale.

Ma adesso per lui è arrivato un altro premio, ovvero quello di sportivo dell’anno in Gran Bretagna che lBbca  ha assegnato ieri sera alla SSE Hydro Arena di Glasgow. Il pubblico gli ha regalato 209.920 voti (34%), oltre 80 mila preferenze in più del golfista Rory McIlroy (123.745, 20%) e più del doppio del terzo classificato Jo Pavey (99.913, 16%). Un’altra gratificazione importante per l’inglese a coronamento di un 2014 da sogno.

 

Lewis Hamilton felice del premio

Nel corso della premiazione Lewis Hamilton ha ammesso di essere stupito dell’assegnazione di questo premio dato che si aspettava che finisse a Rory McIlroy e pertanto ha espresso la sua enorme soddisfazione per essere stato scelto dal pubblico come sportivo britannico dell’anno: “Sono senza parole. In primo luogo voglio fare i complimenti a tutti i campioni, sono così orgoglioso e onorato di essere qui tra questi così grandi talenti britannici dello sport. Voglio dire un grande grazie a tutte le persone che mi hanno voltato. Davvero non me lo aspettavo, McIlroy ha avuto un anno così fantastico. Questa serata ci ha ricordato quanti grandi sportivi abbiamo. Non avrei mai pensato in un milione di anni di essere qui tra i grandi”.

Il campione della Mercedes ha rivelato che nella sua abitazione non possiede alcun trofeo e che invece è suo padre a collezionarli: “Però credo che questo lo terrò. Sono arrivato secondo due volte, nel 2007 e 2008, solo essere qui era stata una grande esperienza. Ma allora ero molto più giovane, quindi forse non l’ho apprezzata tanto quanto ora. Grazie a tutti i tifosi. Sento sempre che perdiamo e vinciamo insieme perché sento il vostro affetto quando venite a tutte le gare. Sono orgoglioso di portare la bandiera della Gran Bretagna e spero di poter continuare a rendervi orgogliosi”.

Infine ha spiegato quelli che sono i suoi programmi per il futuro della sua carriera da pilota: “Vorrei correre altri sette anni in Formula 1. Questo è l’obiettivo. Ho vinto il primo titolo nel 2008 e ora un secondo, quindi a partire da qui il limite è il cielo. Devo solo continuare a spingere”.