Superprestigio, Marc Marquez vince con un motore Honda made in Italy

foto Twitter
foto Twitter

Nonostante una settimana psicologicamente difficile a causa delle critiche ricevute per il trasferimento di residenza ad Andorra Marc Marquez ha dominato il Superprestigio Dirt Track 2014, vincendo un’emozionante sfida contro Jared Mees.

La Honda non gli ha fatto mancare il proprio supporto e, alcune ore prima della gara finale, gli ha fatto recapitare un messaggio dal Giappone: “Stiamo aspettando la tua corsa. Stiamo guardando te!”.

 

Una vittoria studiata nei minimi particolari

Una vittoria preparata nei minimi dettagli, perchè Marc Marquez non ha intenzione di tralasciare nulla, neppure le briciole. E qualche mese fa ha dimostrato di essere un fuoriclasse sullo sterrato anche nella sua visita al Motor Ranch di Tavullia, dove ha duettato con Valentino Rossi e altri giovani piloti.

Per l’evento tenutosi al Palau Sant Jordi di Barcellona il campione del mondo di MotoGP ha portato con sè due uomini del suo team HRC e un motore italiano appositamente preparato dal Team Marti.

Marc Marquez ha fatto diverse prove, migliorato gli assetti, arrivando ad una vittoria davvero meritata dinanzi ai suoi tanti tifosi giunti appositamente per sostenerlo. “Naturalmente di anno in anno si vuole migliorare”, ha detto Marquez in un’intervista riportata da Crash.net -. “Uno dei più grandi miglioramenti erano le impostazioni della moto… Poi sono arrivato qui e ho visto che Brad (Baker, ndr) stava guidando la moto con uno stile diverso”.

 

Altri segreti del successo al Superprestigio? “Abbiamo fatto molti test, cambiato la velocità e gestito il set up. Anche grazie Team Marti in Italia perché mi hanno mandato un motore Honda”. E il sostegno di oltre 9.000 tifosi è stata la ciliegina sulla torta, “lo stadio era quasi pieno. Penso che sia importante, ogni volta che si cresce di più. Naturalmente ci piace godere in pista. Ero molto nervoso prima della ‘Superfinal’, so che Jared era veramente veloce. Questa è la cosa più importante – ha concluso Marc Marquez – e spero di poter ripetere l’evento Superprestigio anche il prossimo anno”.