Superprestigio 2014, Marc Marquez: “Sono stato il più veloce e intelligente” (VIDEO)

Marc Marquez al Superprestigio 2014
Marc Marquez al Superprestigio 2014 (foto Facebook)

Nella celebre gara Superprestigio 2014 Marc Marquez ha dimostrato per l’ennesima volta di avere la moto e la velocità nel suo Dna, aggiudicandosi la vittoria indoor di dirt track davanti al pubblico di casa.

Sulla pista sterrata del Palau Saint Jordi di Barcellona il pilota spagnolo di MotoGP ha avuto la meglio su diversi campioni della disciplina americana, tra cui Jared Mees e Kenny Noyes, rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio.

 

Il pilota della Repsol Honda vince tutto!

Dopo le polemiche degli ultimi giorni sul suo trasferimento ad Andorra, accusato di lasciare la sua terra natia per motivi fiscali e le conseguenti lacrime in conferenza stampa, Marc Marquez ha dato un ulteriore schiaffo morale con un ingrediente che non gli manca mai, la vittoria.

Forse a rendere più semplice il successo nel Superprestigio ha contribuito l’infortunio dell’avversario più temibile, Brad Baker, ritiratosi dopo un brutto infortunio nelle qualifiche del sabato pomeriggio e che proprio nel 2013 aveva battuto il pilota della Repsol Honda.

A rendere più emozionante la gara ci ha pensato una caduta del campione del mondo Supermoto Thomas Chareyre, che ha fatto perdere terreno a Marc Marquez, quasi causandogli una caduta. Ma alla fine il campione iridato della MotoGP ha sbaragliato la concorrenza conquistando una vittoria che ancora gli mancava nel suo albo personale.

“Mi sono divertito in una specialità che mi piace molto – ha ammesso Marc Marquez in un’intervista rilasciata ai microfoni di Movistar TV e riportata da AS.com -. E’ stato un peccato non vincere lo scorso anno, ma ce l’ho fatta in questa edizione. In questo sport vince il più veloce, ma anche il più intelligente. Questa volta sono stato io e ho imparato a chiudere le porte. Mi è piaciuto molto”.

Dopo questa prestigiosa parentesi il fuoriclasse della Honda ufficiale potrà concentrarsi in vista del Motomondiale 2015 e possiamo scommettere che sarà ancora lui il pilota da battere. Dopo le ultime polemiche la fame di vittorie sarà ancora più persistente…!