Positivo all’alcol test, chiama l’avvocato ma è ubriaco anche lui

polizia-stradaleL’esperienza quotidiana, i video e le notizie provenienti da ogni angolo del mondo ci insegnano che in strada può accadere anche l’inverosimile. E dopo la notizia dell’anziano multato per aver attraversato la strada troppo lentamente, ecco un’altra notizia apparentemente surreale ma, ahimè, reale.

 

Patente ritirata all’avvocato e al suo assistito

Alcuni giorni fa un automobilista e imprenditore cosentino, dopo un controllo di routine da parte della polizia stradale, risulta positivo all’alcol test mentre era al volante dell’auto acquistata tre giorni prima. Il tasso alcolemico nel sangue risultava quasi 2,20, mentre il limite è 0,50, ma ha tentato l’ultima mossa disperata: farsi assistere dal suo avvocato sul posto del fermo.

Fin qui tutto normale, ma quando arriva il legale dell’automobilista risulta ubriaco anche lui: dopo aver cercato di difendere il suo assistito con un”orazione’, quasi fosse in tribunale, viene sottoposto all’alcol test con esito positivo. Entrambi vengono sanzionati con il ritiro della patente e il fermo dell’auto.

In una dichiarazione all’Agi il comandante della Polstrada di Cosenza ha spiegato: “E’ iniziato il periodo di festa, si alza il gomito e noi abbiamo il dovere di stare ancora più attenti del solito alla sicurezza di automobilisti e cittadini”.