Parabrezza e vetri auto ghiacciati: cosa fare?

Finestrini dell’auto ghiacciati e parabrezza coperto di brina: una situazione di quotidiana ordinarietà, specialmente nei mesi invernali e nelle città più fredde del Belpaese. Come ovviare al problema? Ecco un breve vademecum, dai prodotti specifici ai classici (e più economici) rimedi “casalinghi”.

(Getty Images)
(Getty Images)

Liquido pronto o fai-da-te?

In questi giorni di brusco calo delle temperature da un capo all’altro della Penisola, non è infrequente svegliarsi al mattino con il parabrezza e la serratura dell’auto “ghiacciati”: una scena che coglie l’automobilista medio impreparato, visto che negli ultimi anni le temperature minime non sono (quasi) mai scese sotto i 10 °C.

In questi casi, la prima idea che viene in mente è sciogliere il ghiaccio con dell’acqua calda: peccato il liquido non serva a molto, visto che si ricongela quasi prima di ricadere per terra (con tutti i rischi che ne derivano per i pedoni che passeranno di lì a poco). A meno di non voler chiamare l’ufficio e fare l’autostop a qualche automobilista più fortunato (o preparato), il rimedio da seguire per sbrinare l’auto è un altro…

Per sciogliere il ghiaccio occorre un liquido che abbia una temperatura di congelamento inferiore a quella dell’acqua, e al tempo stesso non danneggi l’auto, l’ambiente e chi lo utilizza. L’ideale è orientarsi su specifici deghiaccianti per automobili a base di alcool isopropilico e glicole etilenico, in grado di liberare parabrezza e serrature o agire a monte evitando che si formi il ghiaccio. In alternativa può essere valido anche il più comune alcol etilico denaturato (ma non a scopo “preventivo”).

C’è poi tutta una serie di rimedi “fai-da-te”: dal classico cartone sul parabrezza – economico e immediato, ma poco pratico e sicuro (basta un po’ di vento per spostarlo) – ai più laboriosi trattamenti con prodotti lucidanti per carrozzeria (sgrassando e lucidando con polish i vetri dell’auto, infatti, l’azione del raschietto risulta agevolata per via della minore adesione di ghiaccio e neve ai vetri).

Il deghiacciante specifico si conferma a conti fatti come la soluzione più valida (anche se perde efficacia laddove l’auto sia esposta alla pioggia dopo l’applicazione), anche se – trattandosi di liquido potenzialmente dannoso per l’ambiente – è bene prestare attenzione nell’utilizzo e non eccedere con il dosaggio.