F1, McLaren-Fernando Alonso: salta tutto?

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)

Fino a poco tempo fa l’approdo di Fernando Alonso alla McLaren dopo l’addio alla Ferrari sembrava praticamente scontato e l’annuncio doveva arrivare l’1 dicembre assieme a quello inerente al suo futuro compagno di box che avrebbe dovuto essere uno tra Jenson Button e Kevin Magnussen.

La scuderia di Woking sta ritardando l’annuncio della line-up 2015 e ancora non se ne capiscono bene i motivi. Secondo alcune fonti ciò sta dipendendo dal fatto che ancora si stanno definendo alcuni importanti commerciali, mentre per altre la causa va trovata nelle garanzie richieste da Fernando Alonso per tornare a correre nel team inglese.

 

Anno sabbatico per Fernando Alonso nel 2015?

Secondo quanto riferito da Auto Motor und Spor, il pilota spagnolo sarebbe preoccupato essenzialmente da due fattori: 1) la competitività del motore Honda, un’incognita dopo i tanti anni fuori dalla Formula1; 2) l’incertezza su chi guiderà il management della McLaren nella prossima stagione.

I test di Abu Dhabi, nei quali la McLaren ha messo insieme pochissimi insignificanti giri a causa di problemi alla power unit, hanno messo un campanello d’allarme a Fernando Alonso che vuole vincere quanto prima. La casa motoristica giapponese ha rassicurato sia il team che l’asturiano, ma ciò potrebbe non bastare. Il motore Honda può ancora essere migliorato per il 28 febbraio 2015, data dalla quale parte il congelamento e non sarà più possibile effettuare modifiche importanti.

Va considerato anche che all’interno della McLaren c’è una divisione interna tra Ron Dennis e Mansour Ojjeh, con il primo che vorrebbe rilevare le quote dell’altro ma che che deve reperire il denaro per poterlo fare. Le due figure la pensano diversamente sulle gestione del team e questo fatto di certo non fa stare sereno Fernando Alonso, il quale potrebbe persino pensare di fare un anno sabbatico in attesa che si liberi nel 2016 un sedile prestigioso che gli consenta di tornare a correre per vincere. Magari alla Mercedes se Lewis Hamilton non dovesse rinnovare il contratto.

Nel caso in cui l’ex ferrarista decidesse di stare lontano dalla Formula1 una stagione, per lui potrebbero aprirsi le porte del Mondiale WEC e della Porsche, mentre è difficile immaginarlo come semplice collaudatore della McLaren in attesa di capire se il connubio con la Honda sarà vincente.

Ad ogni modo per domattina la scuderia di Woking ha annunciato un incontro di fronte ai giornalisti alle ore 1o inglesi (le 11 in Italia) presso la propria sede e forse finalmente ogni mistero sarà risolto.