Contachilometri manomessi, continua la truffa delle auto usate

Un’inchiesta condotta dal noto programma di denuncia “Le Iene” rivela come alcuni commercianti rivendano le auto, provenienti da autonoleggi, con i contachilometri manomessi per ottenere un maggiore guadagno.

Contachilometri manomessi, continua la truffa delle auto usate.

(Getty images)
(Getty images)

L’acquisto di una vettura è una di quelle cose che comporta grandi sacrifici, soprattutto in questo momento di grande crisi, la cosa diventa ancora più spiacevole se dopo l’acquisto ci si rende conto di essere stati truffati avendo acquistato una vettura con il contachilometri manomesso, La Iena Matteo Viviani ha condotto un indagine su questo scottante argomento, e ne è uscito fuori che esistono dei siti specializzati in cui le aziende di noleggio auto mettono in vendita le vetture che dismettono, e fino a qui nulla di strano, la frode avviene  quando i concessionari acquistano queste auto che però hanno di solito moltissimi chilometri date le alte percorrenze delle auto a noleggio, e tramite professionisti specializzati praticano un ritocco ai chilometri, che va dai 50.000 ai 100.000 chilometri in meno, con questo non vogliamo dire che tutti lo fanno ma in molti si.

Alcuni concessionari sono stati colti in fragranza di questa truffa facendo un controllo incrociato tra le auto esposte sui siti specializzati e poi ritrovate nel concessionario appunto con il contachilometri manomesso, i proprietari delle auto rivendite in questione si sono giustificati dicendo che in questo periodo di crisi è l’unico modo per avere dei guadagni adeguatati per poter continuare la propria attività.

Intendiamo ricordate che manomettere il contachilometri di una vettura per farla sembrare più fresca di quello che è per ottenere un maggiore guadagno dalla vendita costituisce il reato di truffa ed è di rilevanza penale.