MotoGP Yamaha: Valentino Rossi prepara l’ultimo arrembaggio

Sono trascorsi ormai più di 18 anni da quando Valentino Rossi, ancora ragazzino, ha scritto il primo capitolo della sua straordinaria avventura motociclistica. Molti dei suoi odierni avversari erano ancora in fasce. Dopo nove titoli in quattro classi differenti, però, invece di optare per un finale di carriera di tutta tranquillità (di cui avrebbe tutto il diritto), il Dottore continua a lottare e impegnarsi come un neofita.

La stagione 2014 è stata tutta improntata all’obiettivo di battere il rivale della Honda Marc Marquez e affermarsi sul compagno di squadra Jorge Lorenzo. A tal fine, il campione di Tavullia ha cambiato stile, allenamenti, preparazione. Ed è tornato vincente, chiudendo il campionato con un secondo posto tutt’altro che facile da conquistare, dopo essere salito 11 volte sul podio.

Guardando a un 2015 che ormai è dietro l’angolo, dunque, Valentino non può non accarezzare il sogno di mettere a segno un’altra vittoria iridata. “Silvano [Galbusera] avrà un anno intero di lavoro su questa moto alle spalle – ha dichiarato tempo fa ai giornalisti – . E non partiremo più da zero o quasi. E allora…”.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

La sfida è già cominciata

Il prossimo appuntamento in pista è con i test invernali che si svolgeranno nei mesi di febbraio e marzo, a ridosso dell’inizio del Motomondiale 2015 in Qatar.

I centauri della MotoGP saranno protagonisti sulla pista di Sepang, in Malesia, con i collaudi dal 4 al 7 febbraio 2015, poi ci sarà una breve pausa, prima di un’ulteriore sessione dal 23 al 26 febbraio 2015, cui seguiranno altri test sul circuito di Losail (le date non sono state ancora confermate: probabilmente si svolgeranno dal 6 al 9 marzo 2015 o la settimana successiva, dal 13 al 16). Valentino Rossi darà il massimo per partire con il piede giusto e imprimere la giusta direzione al nuovo anno agonistico. “Nel 2015 voglio lottare per il titolo”, ha dichiarato qualche settimana fa.

La domanda che tutti si fanno, dopo l’incoraggiante seconda parte dell’ultima stagione, è se davvero il Dottore potrà davvero lottare per il 10° titolo il prossimo anno. Studiando numeri e andamento delle prestazioni, la risposta è senz’altro affermativa.

In una recente intervista riportata su Tuttomotoriweb, il numero uno dello Yamaha Racing Lin Jarvis ha spiegato che “dobbiamo tenere questo passo anche durante la prossima stagione: non possiamo permetterci di mollare la presa, specialmente quando dall’altra parte c’è un rivale forte come Marc. Bisogna aggredire la pista sin dal primo test e dalla prima gara. Penso che sarà una stagione incredibile e, se tutto andrà come speriamo, alla fine vedremo sul podio una moto blu!”.

Gli ha fatto eco il suo capotecnico Silvano Galbusera, secondo cui il 2014 è stato per il campione di Tavullia “un’annata molto favorevole. Valentino si è messo subito in testa che doveva nuovamente dare del filo da torcere e, passo dopo passo, siamo riusciti ad arrivare a un traguardo importante”. Quanto ai propositi per il Motomondiale 2015, conferma che  l’obiettivo non può che essere ottenere il primo posto a fine stagione”.

Più chiaro di così…