MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marquez battibile. La Yamaha non è ancora perfetta”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vissuto un Mondiale 2014 di MotoGP a due facce. Una prima parte nella quale ha avuto notevoli difficoltà a trovare il giusto feeling con la sua Yamaha e difatti i risultati raccolti non sono stati all’altezza del suo talento. Una seconda nella quale invece è riuscito ad essere costantemente tra i primi e a vincere 2 gare arrivando a contendere il secondo posto nella classifica al compagno Valentino Rossi.

L’atto finale a Valencia per lui è stato un autentico disastro vista la scelta errata di montare gomme da bagnato, ma ormai la stagione è stata archiviata e concentra le sue energie tutte sul 2015 che dovrà essere l’anno del riscatto.

 

Jorge Lorenzo vuole battere Marc Marquez

L’obiettivo per la nuova stagione sarà sicuramente quello di riuscire a battere innanzitutto Valentino Rossi per ripristinare la propria leadership nel box Yamaha e poi chiaramente anche Marc Marquez, vincitore degli ultimi due campionati del mondo in sella alla Honda. Jorge Lorenzo nella sua intervista a Elite Sport dimostra di non temere il connazionale: «Devo lavorare duro per riuscire a batterlo, ma Marc Marquez non è imbattibile. Le basi per il prossimo anno sono buone. Quest’anno io e Valentino abbiamo ottenuto due vittorie a testa, ma nel 2015 possiamo fare sicuramente meglio».

Ha poi aggiunto quanto segue sempre in riferimento a Marc Marquez: «Il motociclismo non è una scienza esatta, i risultati dipendono da molti fattori. Quest’anno alle Honda è andato tutto molto bene, ma non è detto che sia così anche la prossima stagione».

Per quanto concerne il proprio futuro, Jorge Lorenzo ha le idee molto chiare: «La Yamaha mi ha dato tanto in questi anni, forse la moto non è ancora perfetta ma abbiamo un alto profilo. E’ una squadra unica, siamo una grande famiglia, vengono incontro a tutte le mie richieste. Vorrei chiudere qui la mia carriera, sarebbe qualcosa di bellissimo».