Volkswagen in F1? La questione si riapre…

La Volkswagen prossima ad approdare in F1? Secondo le ultime indiscrezioni – e con buona pace delle smentite – sembrerebbe proprio di sì. Si riapre dunque ancora una volta il dibattito sul possibile coinvolgimento del gruppo tedesco nel grande Circus. L’ipotesi, a quanto pare al vaglio della dirigenza, sarebbe oggetto di uno “studio di fattibilità” affidato Stefano Domenicali (già team principal della Ferrari, passato lo scorso novembre alla Audi) per capire quanto possa essere interessante la Formula 1 per la Casa di Wolfsburg.

(Getty Images)
(Getty Images)

Lo “studio di fattibilità” affidato a Stefano Domenicali

La questione dell’approdo del gruppo Volkswagen nel paddock F1 è complessa, e ha una serie di implicazioni politiche. All’origine di tutto ci sarebbero forti tensioni tra Bernie Ecclestone, a capo della Formula One Management, e Ferdinand Piech, Presidente del Consiglio d’amministrazione del Gruppo Volkswagen.

Ma le voci sono state confermate da un personaggio di spicco – e notoriamente senza peli sulla lingua – della F1 moderna: Eddie Jordan. Il chief analyst per la F1 ha spiegato infatti sul sito della BBC: “Il gruppo Volkswagen Audi Group è il secondo più grande produttore automobilistico del mondo e, in quanto tale, ha bisogno di stare nella F1. Il Gruppo Volkswagen non entrerà in Formula 1 finché questo sport resterà sotto il controllo di Bernie Ecclestone, che non piace al boss di Volkswagen né sul piano personale che su quello professionale”.

Senza un passo indietro dall’una o dall’altra parte, dunque, difficilmente l’ipotesi potrà realizzarsi. Per l’ex titolare del team Jordan, le cose potrebbero cambiare con la promozione a Wolfsburg di Martin Winterkorn, attuale presidente esecutivo del Gruppo e favorito alla successione: “Crede da sempre che la Formula 1 sia una grande piattaforma per i marchi del Gruppo. Mi è stato detto lui crede che Volkswagen dovrebbe essere in Formula 1”.

Dietro l’attivismo dei vertici di Wolfsburg ci sarebbe soprattutto la constatazione del successo commerciale della Mercedes al termine della stagione nel Circus, conseguenza del fatto che la Formula 1 offre senz’altro un’esposizione migliore rispetto a quella garantita dai programmi sportivi del gruppo. Secondo la BBC, in particolare, il valore commerciale di Mercedes nel solo 2014 è stato di 2,8 miliardi di dollari, mentre il Gruppo Volkswagen – impegnato in WEC, DTM, GT e WRC – si sarebbe fermato ad appena 30 milioni.

Così, nel giro di qualche anno il gruppo tedesco potrebbe cedere alla tentazione e portare uno dei suoi marchi premium, come Audi o Porsche, nel Circus. Diverse fonti interne sostengono che la Volkswagen entrerebbe in F1 solo in qualità di costruttore, con telaio e motore sviluppati interamente in Germania, escludendo l’ipotesi di una partnership con altri team. “Se succederà – conferma Jordan -, credo che sarà con un loro team, con una vettura progettata e costruita in Germania”.