MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non siamo mai andati così forti a Jerez”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (getty images)

Molto probabilmente il 2015 non sarà l’anno della vittoria iridata per la Ducati, ma tra le fila del Team di Borgo Panigale e dei tifosi della Rossa serpeggia un certo ottimismo. Nel prossimo Mondiale MotoGP Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, che ha preso il posto di Cal Crutchlow, potranno contare sulla Desmosedici GP15 disegnata da Gigi Dall’Igna e, secondo indiscrezioni, ci sarà da divertirsi.

 

 

Il test di Jerez apre nuovi orizzonti in casa Ducati

Nel Motomondiale appena finito la Ducati ha dimostrato di avere ampi margini di miglioramento ottenendo ottime prestazioni nelle prove libere e nelle qualifiche, anche se in gara il gap con Honda e Yamaha diventava evidente giro dopo giro.

 

Nell’ultimo test del 2014 sul circuito di Jerez de la Frontera Andrea Dovizioso ha provato alcuni aggiornamenti fermando il cronometro a 1’38″900, scendendo di ben sei decimi al di sotto del record di pista. Un segnale positivo che lascia ben sperare, ma senza dimenticare che bisogna fare i conti con il fenomeno Marc Marquez, con l’inossidabile Valentino Rossi e un Jorge Lorenzo voglioso di riscatto.

 

“Né io né la Ducati eravamo mai andati così forte a Jerez – ha detto Andrea Dovizioso in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. La prendo come soddisfazione personale ma non dobbiamo dare troppa importanza al campionato d’inverno. Ci siamo già scottati in passato, fare i fenomeni serve quando ci sono anche gli altri”.

Nel mese di maggio la Ducati ha chiuso il Gran Premio di Jerez con un ritardo di ben 27 secondi dalla Honda di Marc Marquez… “La prestazione dei test è frutto dei miglioramenti introdotti da metà campionato. Parliamo di dettagli, che però possono cambiare radicalmente il risultato. L’aspetto più soddisfacente è che a Jerez ho girato forte e costante anche con gomme usate – ha sottolineato il pilota forlivese -. Sono arrivato a certi livelli con facilità, conta più del giro secco che già ci è riuscito nel Mondiale su più piste”.