Monza Rally Show, Valentino Rossi: “Ho combattuto fino all’ultimo metro”

Valentino Rossi al Monza Rally Show
Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi ha chiuso il Monza Rally Show 2014 al secondo posto, alle spalle di Robert Kubica che, seppur fra qualche polemica sui regolamenti, ha strameritato la doppia vittoria al volante di una Ford Fiesta WRC. Ma il campione di Tavullia ha dimostrato ancora una volta di avere la stoffa del campione, quasi primeggiando in una competizione su quattro ruote pur essendo uno specialista delle due ruote.

 

 

Un week-end da incorniciare… per il divertimento

Robert Kubica ha anticipato il nove volte campione del mondo di 12,5 secondi al Monza rally Show, per poi vincere anche il Master Show della domenica. Ma in una kermesse il cui principale scopo era divertirsi l’obiettivo è stato pienamente raggiunto: “Prima di tutto mi sono divertito molto – ha dichiarato Valentino Rossi in un’intervista a Motogp.com – è un peccato perché ieri prima dell’ultima prova ho avuto un vantaggio di 17 secondi, ma ho fatto un errore. Da quel momento è stato difficile tornare su”.

 

Un week-end di puro spettacolo e divertimento per il pubblico accorso all’autodromo di Monza e che chiude ufficialmente la stagione 2014 del Motorsport: “E’ stata una bella gara, mi sono divertito, in particolare al Master Show. Ho combattuto fino all’ultimo metro – ha aggiunto Valentino Rossi – ed ero davvero vicinissimo. Il pubblico a Monza, è sempre speciale ed è stato un weekend fantastico, insieme a tutti i miei fans. E’ un bel modo per chiudere la stagione”.

 

Nell’ultima giornata è anche arrivato il campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton, autore di una singolare performance per il pubblico brianzolo: “Mi sono divertito molto e ringrazio Monster Energy per avermi invitato qui – ha affermato il pilota inglese della Mercedes -. Quest’anno ero giá stato alla gara della MotoGP nel round di Barcelona-Catalunya, ma vedere qui Valentino Rossi e Ken Block ha reso questo eventto davvero straordinario”. E conclude:”Devo dire al mio team di prepararmi una macchina, magari tornare l’anno prossimo come concorrente al rally, sarebbe grandioso”.