F1, Jean-Eric Vergne: “In Red Bull avrei potuto fare come Ricciardo”

Jean-Eric Vergne (Getty Images)
Jean-Eric Vergne (Getty Images)

Jean-Eric Vergne è stato lasciato a piedi dalla Toro Rosso e anche dalla Red Bull al termine Mondiale 2015. La scuderia di Faenza ha deciso di ingaggiare Carlos Sainz junior al suo posto, mentre il senior team austriaco ha preferito il suo ex compagno Daniil Kvyat per sostituire Sebastian Vettel, approdato in Ferrari.

Il pilota francese nonostante abbia battuto il suo diretto rivale nel box non è stato confermato ed il suo futuro sembra essere lontano dalla Formula1. Ancora non si sa in quale campionato troverà un posto, ma presto ci saranno novità.

 

Jean-Eric Vergne pensa agli Stati Uniti

JEV ha così commentato il suo addio alla Toro Rosso e al mondo Red Bull: “La Toro Rosso non è una squadra nelle quale puoi rimanere troppo a lungo, anche se batti il tuo compagno di squadra. Se guardo a quello che ha fatto Ricciardo quest’anno con la Red Bull, sono convinto che avrei potuto fare lo stesso”.

Nel suo futuro non c’è più il grande circus della F1, nonostante le offerte non manchino, ma altre competizioni: “Non sono troppo deluso di lasciare la Toro Rosso, ho altre opzioni in Formula 1, ma voglio tornare a correre dove posso vincere e lottare per il campionato. Il mio obiettivo è andare in Indycar”.

L’eventuale avventura negli Stati Uniti sarà del tutto nuova per lui e pertanto non vuole farsi alcun tipo di delusione: “Non pretendo di arrivare negli USA e vincere subito, anche perché ci sono gli ovali. In ogni caso ho visto che molti colleghi europei si sono adattati rapidamente, oltre ad essere subito competitivi sui cittadini e gli stradali”.

Jean-Eric Vergne non è preoccupato dal fatto che i team abbiano quasi interamente delineato la propria line-up per il 2015: on ci sono tante squadre con cui potrei vincere subito il campionato, ma questo non mi impedisce di guardami intorno e parlare con i proprietari dei team per vedere se possiamo fare qualcosa insieme. Ho sempre amato le corse americane e sono sempre stato interessato alla Indycar. La tempistica ora è molto buona per fare questo passo