Incidenti stradali, per la richiesta dei danni massimo 3 mesi

La legge  “Destinazione Italia” (145/2013)” ha introdotto una forte riduzione sul tempo a disposizione per presentare la richiesta di risarcimento danni che deve ora essere inviata entro 3 mesi dall’evento, in caso contrario  la perdita del diritto a ricevere il giusto rimborso.

Incidenti stradali, per la richiesta dei danni massimo 3 mesi.

(Getty images)
(Getty images)

Il provvedimento è stato modificato per porre fine al fenomeno delle frodi ai danni delle compagnie di assicurazione. Un fenomeno molto costoso che poi incide sulle nostre RCA, infatti il fondamento di questa norma non vuole mettere in difficoltà l’assicurato che in caso di incidente stradale deve chiedere senza indugio il risarcimento del danno, ma sol tutelarlo maggiormente.
Con la norma adesso in vigore  le vittime di incidenti stradali con veicoli di ogni genere non avranno più due anni per denunciare un sinistro ma soltanto tre mesi, salvo ipotesi di cause di forza maggiore, che siano espressamente previste dalla norma.

Incidenti stradali, per la richiesta dei danni massimo 3 mesi, a meno che non ci siamo ipotesi che impediscono la presentazione, come ad esempio il caso in cui la parte lesa si trovi in uno stato di incoscienza in questo cosa simo in presenza di una causa di forza maggiore cioè un’impossibilità imprescindibile, in questo caso la parte lesa non sarà obbligata a presentare la richiesta entro i termini, differente nel coso in cui la vittima sia cosciente ma bloccata a letto per la convalescenza, in questo caso dovrà comunque presentare la richiesta nei tempi previsti.

le vittime di incidenti stradale che non  rispetteranno questa norma andranno incontro alla perdita del diritto a ricevere il giusto rimborso.