Il ricordo di Paul Walker a un anno dalla sua scomparsa (VIDEO)

Il 30 novembre 2013, esattamente un anno fa, Paul Walker moriva in un tragico incidente stradale mentre stava tornando da un evento di beneficenza organizzato dalla sua associazione Reach Out Worldwide a bordo di una Porsche Carrera GT. L’attore aveva appena 40 anni ed era impegnato con le riprese di Fast & Furious 7. La sua scomparsa, brutale e inattesa, ha profondamente commosso il mondo del cinema e il grande grande pubblico, e a un anno di distanza i suoi familiari sono ancora sotto choc.

Paul Walker (Getty Images)
Paul Walker (Getty Images)

La testimonianza dei familiari

A differenza di molte star di Hollywood, Paul Walker era un tipo con la testa sulle spalle. I suoi parenti, a partire dal fratello, non si stancano di lodarne le virtù umane e l’impegno umanitario che aveva portato il giovane protagonista della serie Fast & Furious a fondare, nel 2010, l’associazione Reach Out Worldwide a sostegno delle vittime di catastrofi naturali, ma anche a dedicarsi a svariate iniziative per la difesa dell’ambiente.

Se la sua tragica scomparsa ha rischiato di far vacillare numerosi progetti, i parenti dell’attore si sono sforzati di portarli avanti nonostante le difficoltà. Tutti hanno cercato di trasmettere i valori positivi a cui si ispirava. Così, i genitori di Paul (da poco divorziati) e la sua ex compagna, inizialmente protagonisti di una battaglia legale per la custodia della figlia Meadow, hanno poi trovato un accordo per il suo affidamento alla madre biologica. Cody e Caleb Walker hanno accettato di lavorare con lo studio Universal in sostituzione del fratello affinché Fast & Furious 7 potesse uscire nelle sale. E Cody Walker ha accettato di assumere la guida di Reach Out Worldwide, in modo che l’associazione continui ad aiutare i bisognosi.

Il tributo del web

Sul web, intanto, i fan di Paul Walker stanno facendo girare un commovente video tributo a con il meglio tratto dalle sue apparizioni in Fast and Furious. Il cast era una vera e propria seconda famiglia per l’attore e nonostante sia passato ormai un anno dalla sua morte la stima e l’affetto di chi gli ha voluto bene sono più vivi e forti che mai…