MotoGP, Jack Miller: “Sono incappato nella prima caduta, ma adesso sono più veloce”

Jack Miller
Jack Miller (getty images)

Dopo aver chiuso la tre giorni di test a Sepang Jack Miller è sbarcato in Europa dove a breve subirà un intervento alla clavicola destra presso il Dexeus University Hospital di Barcellona ad opera dell’ormai famoso dottor Xavier Mir.

Si tratta di un intervento semplice e rapido per rimuovere quattro viti inserite dopo una caduta quindi, dopo qualche giorno di riposo, Jack Miller potrà tornare ad allenarsi in vista dei test del nuovo anno.

Il pilota australiano ha preso maggior confidenza con la sua nuova Honda RC213V-RS del team LCR di Lucio Cecchinello ed ha rimediato anche la sua prima caduta senza conseguenze.

Jack Miller ha migliorato il feeling con la nuova moto giro dopo giro e abbassato considerevolmente i tempi da un giorno all’altro, considerando che non è da tutti passare direttamente dalla Moto3 alla MotoGP senza sostare almeno una stagione in Moto2.

 

“In generale sono soddisfatto di come va la moto e anche oggi ci siamo migliorati. Ogni volta che scendo in pista la mia fiducia aumenta e questo significa che sono più veloce – ha dichiarato Jack Miller –. Voglio ringraziare di cuore tutti lo staff del Team CWM LCR perché hanno fatto un lavoro ottimo e anche i tecnici Honda per il loro supporto: tutti insieme mi hanno aiutato a capire meglio questa moto. Stamattina sono incappato nella mia prima caduta ma niente di serio. Ero troppo piegato e su un paio di dossi ho perso il controllo. Ho fatto anche il mio primo long run e non me la sono cavata male considerando la potenza ed il peso di questa moto”.

 

Adesso Jack Miller sosterà in Europa per un po’ di relax, per subire un intervento chirurgico e poi allenarsi in vista dei prossimi test precampionato in programma a febbraio sul circuito di Sepang: “Ora me ne torno in Europa per un periodo di relax ma anche di duro allenamento per essere più preparato fisicamente per i test di Febbraio”.