Monza Rally Show, Valentino Rossi: “Siamo vicini a Kubica, la gara è ancora lunga”

foto Twitter
foto Twitter

Nel week-end del Monza Rally Show quasi sicuramente assisteremo ad una insidiosa ed emozionante sfida tra le Ford Fiesta WRC di Valentino Rossi e Robert Kubica. Il pilota polacco ex Formula 1, attualmente driver WRC, ha siglato il miglior crono in entrambe le prove speciali distaccando il campione di Tavullia di 0,8 e 2,8 secondi, mentre Ken Block si è dimostrato in difficoltà con un ritardo di ben 29″.

 

‘Il Dottore’ entusiasta dell’arrivo di Lewis Hamilton

Nella giornata di domani Valentino Rossi dovrà rimboccarsi le maniche e sperare in condizioni meteo più clementi per tentare di agguantare la quarta vittoria al Monza Rally Show, senza trascurare il fatto che diversi altri concorrenti potrebbero insidiare le posizioni di vertice.

“E’ sicuramente una bella sfida quella tra me è Robert. Sono molto contento di come abbiamo lavorato quest’oggi – ha raccontato Valentino Rossi intervistato da Gpone.com -. Non era facile, viste le condizioni meteo poco favorevoli, però siamo vicini a Kubica. La gara è ancora lunga, inoltre sabato ci sono ben cinque speciali, di cui una di oltre 40km, e tutto può succedere”.

Poi ci sarà la grande sfida nel Master Show di domenica, la sfida uno contro uno che rappresenta uno degli appuntamenti più attesi del Monza Rally Show: “Bisogna essere molto precisi nella guida, perché ogni minimo errore lo si paga caro. Nel Master Show, oltre a Kubica, sono convinto che ci saranno anche i piloti della specialità che proveranno a darci fastidio. Pertanto non bisogna sottovalutare nessuno”.

E domenica sarà presente in qualità di ospite d’onore anche il neo campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton che, al volante della Mercedes, ha dominato l’intera stagione 2014, tallonato a distanza dal compagno di squadra Nico Rosberg: “Ho saputo di questa notizia e sono davvero felice. Io e Lewis siamo molto amici, inoltre sono davvero contento per la conquista del titolo in Formula 1. Peccato non possa correre – ha concluso Valentino Rossi -, sarebbe stato molto affascinante”.

 

.