Test MotoGP: Aprilia debutta con il nuovo motore V4 a valvole pneumatiche

Marco Melandri (getty images)
Marco Melandri (getty images)

Dopo i test a Valencia di due settimane fa Aprilia ha concluso tre giorni di test sul circuito di Jerez de la Frontera, per preparare al meglio il debutto ufficiale in MotoGP nel 2015. Alvaro Bautista e Marco Melandri hanno provato per la prima volta il nuovo propulsore V4 contraddistinto dalla distribuzione a valvole pneumatiche, che garantirà livelli più elevati di potenza rispetto alla prima versione con valvole tradizionali.

 

Aprilia alla ricerca del giusto feeling

In tre giorni di test MotoGP a Jerez Alvaro Bautista ha effettuato 131 giri segnando il miglior tempo di 1’40″600, mentre  Marco Melandri ha compiuto 123 tornate con il miglior crono di 1’41″500, con il maltempo che ha condizionato non poco la giornata del giovedì.

“Possiamo essere soddisfatti di com’è andata, anche se il maltempo ha rallentato il nostro lavoro. Durante la prima giornata ho continuato ad utilizzare la moto nella stessa configurazione dei recenti test di Valencia – ha spiegato Alvaro Bautista -. Ci siamo concentrati sulla ciclistica, trovando alcune soluzioni che mi sono piaciute e ci hanno consentito di conoscere più a fondo la moto. Nella seconda giornata ho potuto utilizzare il nuovo motore a valvole pneumatiche: la potenza è tanta ma c’è molto lavoro da fare sul fronte dell’erogazione”.

Nella terza ed ultima giornata Aprilia ha potuto provare la moto anche in condizioni di bagnato: “Oggi abbiamo percorso pochi giri sul bagnato, che ci sono comunque serviti per valutare le caratteristiche del nuovo motore in queste condizioni. Adesso inizia la pausa invernale, staccherò un po’ per riprendermi da questa lunga stagione, dopodiché tornerò ad allenarmi per farmi trovare pronto ai test di febbraio – ha sottolineato il pilota spagnolo -. Nel frattempo farò sicuramente visita all’Aprilia per vedere da vicino il grande lavoro che i tecnici stanno facendo sulla moto”.

 

Dopo l’addio alla Superbike per affrontare il progetto Aprilia in MotoGP Marco Melandri è ancora alla ricerca del feeling perfetto con la nuova moto: “Sono stati tre giorni interessanti ma molto impegnativi allo stesso tempo. Giro dopo giro capisco sempre più quali siano le aree dove devo migliorare e le necessità per sentirmi a mio agio – ha spiegato il pilota ravennate -. Mi sento ancora piuttosto impacciato, abbiamo bisogno di chilometri per trovare il giusto feeling. Il motore nuovo ha avuto qualche problema di gioventù, una cosa normale in questa fase, ma abbiamo già visto quali siano i lati positivi e dove invece dovremo concentrarci di più. Abbiamo davanti un lungo periodo nel quale lavorare allo sviluppo per arrivare pronti ai test di Sepang. Tutti i ragazzi stanno lavorando sodo – ha concluso Marco Melandri – e c’è un grande entusiasmo di squadra. E’ un clima che mi fa ben sperare”.