F1, Nico Rosberg: “Si vince e si perde insieme, nessun rancore verso la Mercedes”

Nico Rosberg (Getty Images)
Nico Rosberg (Getty Images)

Nico Rosberg dopo la delusione per la mancata vittoria del titolo vuole mettersi la stagione 2014 alle spalle e pensare a futuro. Lewis Hamilton quest’anno ha avuto la meglio, ma il tedesco per il prossimo è pronto a dare di nuovo battaglia per dimostrare di poter essere anche lui un vero campione del mondo.

Il figlio d’arte in quanto a talento e competitività è sicuramente inferiore al compagno di squadra, ma intende provare a colmare le sue lacune lavorando sodo con la consapevolezza che la Mercedes darà ad entrambi il massimo supporto per raggiungere l’obiettivo finale che è vincere, ovviamente.

 

Nico Rosberg non è arrabbiato e pensa al 2015

Questo Mondiale non è stato privo di polemiche e di scontri frontali tra i due rivali, ma ormai è il passato. Nico Rosberg ad Auto Bild ha così commentato la sua stagione dimostrando di non avercela con la Mercedes per averlo quasi appiedato nel conclusivo e decisivo Gran Premio di Abu Dhabi: “Quando il dispiacere passa, bisogna guardare avanti. Ho già un piano per il mio futuro, so dove lavorare per migliorarmi e lo farò. Perchè dovrei essere arrabbiato con il team?”.

Ha poi spiegato nel dettaglio quella che è la sua filosofia: “Prima di tutto, non sono una persona di questo tipo. Si vince e si perde tutti insieme. La Mercedes mi ha dato la miglior macchina della mia intera carriera in Formula 1″.

Un atteggiamento molto positivo e maturo il suo, utile a rasserenare una volta per tutte il clima all’interno del box. Un bel segnale lo aveva già dato lo stesso Nico Rosberg andando a complimentarsi con Lewis Hamilton dopo la vittoria della gara e del titolo mondiale sul circuito di Yas Marina. Un gesto che è stato apprezzato da tutti e che fa onore allo sconfitto.