Moto3: il Team Sky VR46 licenzia il capo tecnico Rossano Brazzi

Rossano Brazzi (getty images)
Rossano Brazzi (getty images)

Il capo tecnico del Team Sky VR46 Rossano Brazzi è stato licenziato dall’orbita di Valentino Rossi, forse per volere del nuovo team manager Pablo Nieto. La scuderia del campione di Tavullia in Moto3 è in cerca del grande balzo in avanti e, dopo l’ingaggio di Andrea Migno che affiancherà Romano Fenati, è tempo di cambi al vertice.

Dopo l’addio di Vittoriano Guareschi al Team Sky VR46 alla vigilia del Gran Premio di Misano adesso è il turno di Rossano Brazzi che ha ricevuto la notizia del licenziamento qualche giorno fa. In un’intervista telefonica a Gpone.com l’ex capo tecnico ha confermato l’addio: “E’ vero, sono fuori, mi spiace solo di averlo saputo solo alla fine della scorsa settimana. Ormai i giochi sono fatti ed è difficile trovare un’altra sistemazione”.

Rossano Brazzi è un uomo di elevata esperienza e per certi versi la sua destituzione appare inspiegabile. Basti pensare che ha accompagnato la vittoria iridata di Valentino Rossi nella classe 250 nell’anno 1999 in sella all’Aprilia. Nel 2013 ha seguito Andrea Migno nel CEV. La sua esperienza al fianco di Romano Fenati nel Team Sky VR46 è durata una sola stagione. Ancora non è noto il nome che lo sostituirà.