MotoGP Yamaha, Lin Jarvis: “Valentino Rossi e Jorge Lorenzo possono battere Marc Marquez”

La Yamaha non ha bisogno di pescare nel vivaio della Moto2 o della Moto3 per individuare la futura star in grado di sconfiggere fuoriclasse della Honda e neocampione del mondo Marc Marquez. Secondo il numero uno dello Yamaha Racing, Lin Jarvis, il team continuerà a puntare sul “collaudato” fronte RossiLorenzo, con Pol Espargaro “in attesa dietro le quine”.

Com’è noto, la Casa dei tre diapason ha deciso di confermare gli stessi piloti della stagione 2014: Valentino Rossi e Jorge Lorenzo correranno con la Movistar Yamaha per almeno altri due anni, mentre Pol Espargaro e Bradley Smith rimarranno nel team satellite “Tech 3” per tutto il 2015.

Lin Jarvis (Getty Images)
Lin Jarvis (Getty Images)

Gli obiettivi per la stagione 2015

A chi gli chiede delle strategie che la Yamaha intende adottare in futuro per battere Marc Marquez, Lin Jarvis risponde con parole nette e decise. “Non siamo a corto di piloti in grado di battere Marc: già ne abbiamo due. Credo che nelle ultime gare ne abbiamo dato dimostrazione”. “Marc ha dominato la prima metà della stagione – ha aggiunto -, ma, come si è visto, non è affatto imbattibile”.

Le speranze del manager Yamaha si appuntano naturalmente sui due piloti ufficiali del team: “Jorge sta con noi da sette anni e Valentino da ancora più tempo – sottolinea Jarvis -, ma siamo ancora convinti che siano proprio loro i due piloti di cui abbiamo bisogno per essere competitivi e giocarci il campionato nei prossimi due anni”.

Rossi e Lorenzo hanno chiuso il Motomondiale 2014 rispettivamente al secondo e terzo posto: entrambi hanno vinto due gare, ma l’asso del Repsol Honda ha messo a segno dieci vittorie di fila… “L’inizio dell’anno è stato difficile per noi per una serie di ragioni – conferma Jarvis -, ma è meglio partire deboli e arrivare forti, che partire forti e arrivare deboli”. “La seconda metà dell’anno è stata invece molto positiva – puntualizza – . Jorge è stato fenomenale… Valentino è stato eccezionale fin dall’inizio dell’anno. Chiudere in seconda e terza posizione non è il massimo, ma neanche tanto male… Nel complesso la stagione è stata positiva”.

Guardando al 2015, Jarvis sottolinea che sarà fondamentale partire con il piede giusto ai test ufficiali di Sepang, il prossimo febbraio. “Siamo contentissimi che Jorge e Vale restino con noi per altri due anni. E’ veramente entusiasmante. Dobbiamo tenere questo passo anche durante la prossima stagione: non possiamo permetterci di mollare la presa, specialmente quando dall’altra parte c’è un rivale forte come Marc”. “Bisogna aggredire la pista sin dal primo test e dalla prima gara – ribadisce – . Penso che sarà una stagione incredibile e, se tutto andrà come speriamo, alla fine vedremo sul podio una moto blu!”.