MotoGP: Honda, Yamaha e Ducati pronti al cambio gomme con i test Michelin

Pneumatici Michelin
Pneumatici Michelin (getty images)

A partire dal Motomondiale 2016 entrerà in vigore il nuovo regolamento e il fornitore di pneumatici Bridgestone sarà sostituito dal marchio Michelin. Quest’ultima modifica non dovrebbe rappresentare una grande rivoluzione per team e piloti, anche se le nuove gomme potrebbero richiedere piccole modifiche allo stile di guida, dal momento che cambierà anche la larghezza (da 16,5 a 17 pollici).

 

Dal 2016 addio Bridgestone, Michelin prepara il ritorno in MotoGP

In un’intervista rilasciata a Crash.net Livio Suppo (Honda), Lin Jarvis (Yamaha) e Paolo Ciabatti (Ducati) hanno commentato positivamente il ritorno del marchio francese Michelin in MotoGP, che già da tempo sta effettuando dei test in vista del Mondiale 2016. Nel periodo 1976-2008 era possibile scegliere tra Michelin e Bridgestone e il brand transalpino ha conquistato ben 26 titoli nella classe regina, prima di subire la forte concorrenza di Bridgestone, Nel 2009 c’è stato l’avvento del ‘monogomma’, ma ora Michelin è pronta a tornare alla ribalta.

I piloti della Top Class testeranno le nuove gomme in occasione dei Test di Sepang nel febbraio 2015, ma fra i team regna ottimismo. “Penso che la Michelin abbia già una lunga storia in MotoGP e quindi non credo ci saranno grandi sorprese – ha detto Livio Suppo, Team Principal della Honda -. Tradizionalmente, il pneumatico anteriore della Bridgestone è sempre stato molto buono, quindi è più facile per il pilota abituarsi ad esso. La questione, più che altro, e se ci saranno piloti che faranno davvero fatica a trovare il giusto feeling con una gomma anteriore diversa. Al momento penso che sia questo il problema principale. Ma penso anche che Michelin abbia abbastanza esperienza in questo campionato per fornirci una buona gomma”.

Lin Jarvis, boss Yamaha, pone l’accento sul carico di lavoro e impegni che ogni team dovrà affrontare per adeguarsi al meglio al cambio degli pneumatici: “I test con Michelin sono appena cominciati e abbiamo ancora 14 mesi davanti prima di essere davvero pronti per il campionato 2016. Per le squadre, in realtà, si tratta più che altro di un carico logistico, perché dobbiamo programmare molti test non solo con i test-riders, ma anche con i piloti della MotoGP. Ed è stato un bel mal di testa. L’arrivo di Michelin è molto gradito visto che Bridgestone purtroppo lascerà, ma il processo per arrivare ad essere pronti è piuttosto complesso”.

Il Direttore Sportivo di Ducati Corse, Paolo Ciabatti, ha spiegato che per diminuire la mole di lavoro i tre team Honda, Yamaha e Ducati faranno a rotazione per condividere i test del lunedì, 15 in totale per il 2015: “E ‘complesso in termini di logistica, materiali e, ovviamente, costi. Faremo tutto ciò che è necessario e sono sicuro che l’esperienza di Michelin ci porterà ad un inizio molto positivo per una nuova era nel 2016″.