F1 GP Abu Dhabi, Valtteri Bottas: “Difficile inserirsi tra le Mercedes”

Valtteri Bottas (Getty Images)
Valtteri Bottas (Getty Images)

Valtteri Bottas ha ottenuto il terzo tempo nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, tappa finale del Mondiale di Formula1 2014. Il pilota della Williams si è piazzato dietro alle due Mercedes e davanti al compagno Felipe Massa.

Il finlandese sembra in ottimo stato di forma in vista della gara che si disputerà sul circuito di Yas Marina. Il suo obiettivo è quello di riuscire ad arrivare il più avanti possibile per conquistare il quarto posto nella classifica piloti e concludere positivamente una stagione che lo ha visto più volte protagonista e che fa ben sperare per il suo futuro. Sono già emerse voci che lo vogliono in Ferrari nel 2015 al posto del connazionale Kimi Raikkonen.

 

Valtteri B0ttas ottimista per la gara

Il pilota della Williams è soddisfatto per la sua prestazione che gli consentirà di partire da un’ottima posizione per attaccare fin da subito: “Alla fine delle qualifiche la mia macchina era ottima e sono riuscito a fare un bel giro conclusivo, anche Felipe era molto veloce quest’oggi non è stato semplice batterlo. È bello essere ancora qui davanti, ma in gara come abbiamo visto già in passato la Mercedes di solito ha un pochino di vantaggio in più alla domenica rispetto al sabato, quindi potrebbe essere difficile inserirmi tra di loro, ma l’obiettivo principale resta chiudere nella più alta posizione possibile e se poi accadesse qualcosa e avessimo il passo senza dubbio ci proveremo ad avanzare”.

Valtteri Bottas sulla sua strategia di gara ha dichiarato quanto segue ai microfoni d Sky Sport: “Come sempre cercherò di guadagnare posizioni al via se ci sarà la possibilità ma alla fine la gara non si vince mai alla prima curva, bisogna sempre ricordarselo, questa gara non sarà diversa da qualunque altra per me”.

Considerazione finale per il finlandese ancora sulla sua qualifica: “Devo dire che ho fatto un gran bel giro alla fine, non potevo tirare fuori molto di più dalla macchina ma credo che l’assetto che abbiamo scelto possa andare bene anche per domani”.