F1 GP Abu Dhabi, Lewis Hamilton: “Domani sarà senza dubbio una giornata speciale”

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Le ultime qualifiche della stagione si chiudono per Lewis Hamilton con un secondo posto, ancora una volta alle spalle del compagno di team Nico Rosberg, che lo stacca di circa 4 decimi. Un risultato che costringe il pilota britannico ad alzare bandiera bianca, almeno per quanto riguarda la lotta per la Pole Position.

 

Verso la “battaglia” di domani

Nel corso della consueta conferenza stampa post-qualifiche, il Campione del Mondo 2008 si è mostrato decisamente “possibilista”. “Onestamente non so se Nico non abbia commesso errori, – ha dichiarato ai giornalisti – ma sicuramente ha fatto un giro migliore del mio. Ho fatto una bella sessione di qualifica, la macchina era fantastica come sempre, e come ha detto Nico, domani sarà senza dubbio una giornata speciale”.

Il pilota Mercedes assicura di non essere particolarmente dispiaciuto della sua performance. “Certo, si vuol sempre fare la Pole Position, e si lavora per quello – precisa -. Ho avuto un buon passo durante tutto il fine settimana, particolarmente sui long run, il che mi conforta, e sia la Q1 che la Q2 erano buone. In Q3 semplicemente non sono stato in grado di concludere un giro pulito: non ho commesso errori gravi, semplicemente non ho fatto un gran giro. Nico ha fatto un gran lavoro, complimenti, ma domani ci daremo battaglia”.

D’altra parte, gli è sufficiente conquistare il secondo posto per la certezza matematica del Titolo Mondiale. Per questo affronterà la gara di domani “allo stesso modo di come faccio ogni Gran Premio”. E se rispetto al 2008 “molte cose sono differenti… sono più vecchio, più maturo, e ho appreso dai miei errori”, resta il fatto che “tutto va sotto un’altra ottica quando combatti con il tuo compagno di scuderia… rende solo le cose più eccitanti”. A buon intenditor…