F1, Ferrari: con Sebastian Vettel arrivano 60 nuovi tecnici

Sebastian Vettel (getty images)
Sebastian Vettel (getty images)

L’arrivo di Sebastian Vettel porterà diverse altre novità in Ferrari. Secondo alcune indiscrezioni riportate da La Gazzetta dello Sport sarebbero ben 60 i nuovi tecnici che dovrebbero approdare a Maranello provenienti da altre scuderie. Si parla di acquisti effettuati pescando in top team come Mercedes, Red Bull e McLaren ma anche in casa Lotus, Williams e Renault.

Una rifondazione radicale che segna un taglio abbastanza netto con il passato e che è stata voluta fortemente da Sergio Marchionne, nuovo presidente della Ferrari. La volontà è quella di tornare competitivi dopo un’annata negativa. Esserlo subito nel 2015 sarà difficile, ma già nel 2016 si potrebbero raccogliere i frutti del lavoro svolto.

 

Ferrari attiva per tornare a vincere

La rivoluzione a Maranello è in atto. Sergio Marchionne e Marco Mattiacci hanno tracciato il percorso da seguire per tornare al top ed in quest’ottica si inserisce l’arrivo dei nuovi tecnici nel team. La punta di diamante di questa sorta di campagna acquisti della Ferrari dovrebbe essere Wolf Zimmerman, specializzato nelle componenti ibride e proveniente dalla Mercedes. A lui è stata affidata l’area dei progetti avanzati. Sempre dalla casa di Stoccarda è in arrivo Cedric Cornebois, esperto di combustione. Il loro arrivo non è casuale. Infatti uno dei punti deboli della monoposto rossa del 2014 è proprio la carenza del sistema ibrido a livello di combustione e di recupero energia rispetto ai concorrenti.

E’ rimasta ancora vuota la casella che era occupata da Luca Marmorini, ex responsabile del settore motori della Ferrari. Si punta ad un nome importante. Intanto il dg James Allison ha come obiettivo quello di raggiungere una maggiore integrazione con l’area telaio-aerodinamica guidata da De Beer e Tombazis, un altro punto debole della progettazione della vettura del 2014. Proprio per quanto concerne questo ambito è arrivato il progettista Thomas Cepe dalla Red Bull.

Anche l’area della simulazione è stata notevolmente potenziata con l’acquisto di Ben Ferrey, ex Red Bull, oltre a quelli di Christopher Laws e Ashley Warne. Si sta cercando di migliorare il software e non è escluso che ne verrà costruito uno nuovo.