Una Ferrari F12berlinetta a 350 km/h per le vie di Abu Dhabi. Sebastian Vettel alla guida? (VIDEO)

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel ad Abu Dhabi (getty images)

Il Mondiale 2014 di Formula 1 non è ancora finito ma sono già in molti a desiderare di vedere Sebastian Vettel al volante della Ferrari 2015. In questo fine settimana il Circus fa la sua ultima tappa ad Abu Dhabi e sul web sta circolando un video di una Ferrari F12berlinetta modificata da PP-Performance probabilmente, ma non certamente, guidata dal pilota tedesco, fino ad una velocità di 350 km/h, per le strade della capitale degli Emirati Arabi Uniti.

 

Il pilota tedesco realizza il sogno chiamato Ferrari

Sebastian Vettel non è visibile nel video in basso, ma a sostenere che ci sia lui al volante della Rossa è il famoso giornalista tedesco Matthias Malmeide, amico del neo pilota della Ferrari, che ha pubblicato il video sul suo profilo ufficiale Facebook con il seguente commento: “Ich liebe #Vettel ! Kaum ist er offiziell bei #Ferrari unter Vertrag, fährt er sich in Abu Dhabi den Frust von der Seele:))) #f12”. Tradotto in italiano suona più o meno così: “Amo Vettel! Non appena ufficializzato il suo ingaggio alla Ferrari si scatena ad Abu Dhabi”.

Resta il dubbio che al volante ci sia davvero Sebastian Vettel, poichè lo stesso video è stato condiviso sulla pagina Facebook del noto tuner tedesco senza confermare la presenza a bordo del quattro volte campione del mondo. Fatto sta che Sebastian Vettel è ancora legato da contratto con il team Red Bull e probabilmente la conferma potrebbe creare qualche problemino…

Soltanto qualche giorno fa, alla vigilia del GP di Abu Dhabi, Ferrari e il pilota tedesco hanno ufficializzato il contratto che li legherà per i prossimi tre anni e a quanto pare Sebastian Vettel ha già le idee chiare… “Era arrivato il momento giusto per cambiare, dopo tutta una vita trascorsa in pratica con la Red Bull, squadra dalla quale ero seguito dall’età di 12 anni, correndo con entrambi i team della società – ha detto Vettel -. Adesso affronto una stroia diversa con una squadra che ho sognato sin da bambino quando Schumacher correva in rosso ed era il mio idolo. Adesso sono determinato a fare bene e non vedo l’ora di iniziare una storia diversa”.