F1, Fernando Alonso: “Siamo impreparati, ma proveremo a dare il massimo”

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)

Fernando Alonso dopo una prima sessione di prove libere che lo aveva visto posizionarsi 3°, dunque molto bene, nelle seconda non ha fatto segnare alcun tempo a causa di alcuni problemi di carattere elettrico alla sua Ferrari.

Un vero peccato per lo spagnolo, all’ultima gara da ferrarista, che ci tiene a fare molto bene nel Gran Premio di Abu Dhabi prima di cominciare la sua nuova avventura con la McLaren Honda. In palio c’è ancora il quarto posto nel Mondiale piloti e vorrà provare ad agguantare questo premio di consolazione dopo una stagione veramente complicata che lo ha visto protagonista molto raramente per motivi non ascrivibili a lui ma a chi ha creato nella maniera sbagliata la monoposto.

 

Fernando Alonso rammaricato

Il pilota della Ferrari è rammaricato per quanto gli è successo e sicuramente i problemi avuti lo costringono un’altra volta a dover inseguire gli avversari in vista della gara. Fernando Alonso è stato interrogato sulla situazione ed ha così risposto: “È stato un vero peccato perdere la possibilità di disputare il secondo turno di prove libere, qui a Yas Marina è l’unica vera occasione di farsi un’idea di come andrà il fine settimana. Al mio secondo giro la monoposto si è spenta all’improvviso e, nonostante i commissari abbiano fatto il possibile per riconsegnarla ai box in tempo utile per riportarla in pista, l’intervento dei meccanici ha richiesto più tempo del previsto”.

L’aver perso il turno di FP2 è sicuramente un danno importante per motivi legati alle condizioni climatiche presenti ad Abu Dhabi nei doversi turni di prova. L’asturiano ha infatti spiegato: “Nella prima sessione eravamo riusciti a completare tutto il lavoro in programma e la vettura si era comportata secondo le aspettative, ma le temperature – molto più alte rispetto a quelle attese sia per le qualifiche che per la gara – rendono i dati raccolti poco rappresentativi. Per lo stesso motivo domani anche la terza sessione di prove libere non sarà molto rilevante e questo vuol dire che il primo giro in condizione di qualifica e gara, al pomeriggio con il buio, sarà quello della Q1. Certamente non saremo molto preparati, ma cercheremo ugualmente di tirare fuori il massimo come sempre”.

Un week-end in salita per Fernando Alonso, che proverà lo stesso a fare del suo meglio per far sì che l’ultima sua gara in Ferrari sia positiva. Il team dovrà fare un grande lavoro in vista delle qualifiche e la speranza del pilota è di poter avere un buon livello di competitività per poter raggiungere il quarto posto in classifica.