MotoGP, Valentino Rossi: “Pensavo al ritiro, ora voglio il 10° titolo”

Valentino Rossi (getty images)
Valentino Rossi (getty images)

Quella di Valentino Rossi è stata la stagione del riscatto dopo che l’anno scorso era stato quasi costantemente quarto e non sembrava più in grado di poter essere competitivo. Invece nel 2014 con la sua Yamaha è riuscito a correre tante ottime gare vincendone due e ottenendo diversi podi. Risultati che gli sono valsi il secondo posto nella classifica piloti vinta da uno strepitoso Marc Marquez in sella alla Honda.

Il Dottore ha effettuato dunque uno step migliorativo rispetto al 2013 e ci si chiede se nel prossimo Mondiale potrà o meno lottare per il titolo provando a raggiungere il traguardo delle 10 vittorie iridate. Sarebbe il coronamento di una carriera straordinaria che lo ha visto sempre protagonista, eccezion atta per le due annate negative con la Ducati.

 

Valentino Rossi vuole vincere

Il numero 46 della Yamaha è molto soddisfatto del suo campionato e a MotoGP.com traccia un bilancio di questo 2014 ricco di gioie: “Sono molto contento della mia stagione. Il bilancio è sicuramente positivo, soprattutto per l’importanza che aveva per me: era la stagione chiave, dovevo decidere il mio futuro. Lo scorso anno non ero molto contento del mio piazzamento a fine stagione; più di una volta mi sono messo seriamente in discussione perché dovevo decidere se continuare o no. Il mio target è sempre stato quello di arrivare davanti e lottare per il podio ma lo scorso anno non sempre è stato possibile. Alla fine di questo 2014 invece sono contento perché è successo ciò che volevo”.

La moto nella prima parte di stagione è stata nettamente inferiore alla Honda, ma il grande lavoro prodotto dal team di Valentino Rossi e da quello di Jorge Lorenzo ha permesso di colmare il gap rendendo la Yamaha competitiva nella seconda parte: “È un peccato che questo sia successo solo alla fine, perché nelle prime gare abbiamo accumulato un gap troppo grande. Sarebbe stato bello iniziare la stagione con il potenziale attuale. Ma va bene così! Ciò che importa è che siamo cresciuti e che ora la moto è competitiva. Anche i test a Valencia sono stati positivi ed è interessante, ora, pensare alla prossima stagione!”.

Il centauro di Tavullia indica nel Gran Premio di Misano il momento più bello della stagione: “Di fronte a tutti i miei tifosi sono riuscito a tornare sul gradino più alto del podio in una gara in Italia dopo 5 anni dall’ultima vittoria ed è stato fantastico! Ho amato quella gara. Mi sono divertito molto e ho provato davvero belle emozioni”.

Valentino Rossi è convinto di poter vincere il decimo titolo della sua carriera e lo ha ribadito di recente. Nell’intervista spiega la ricetta necessaria per agguantare questo storico risultato: “Io ci credo, l’ho sempre detto. Dopo quest’anno, ci credo ancora di più. Perché siamo lì, siamo vicini. Certo, non sarà facile, perché Lorenzo l’anno prossimo sarà più forte e soprattutto perché quest’anno Marquez ha vinto tredici gare… dieci più di me… La differenza è tanta. Per colmare questo gap devo lavorare ancora di più su me stesso, lavorare meglio con Silvano e, certamente, anche Yamaha ci deve dare una mano. Quest’anno, soprattutto all’inizio, la Honda era più competitiva di noi e la prima metà della stagione è stata fin troppo facile per Marquez. Se lo vogliamo mettere in difficoltà, dobbiamo stargli più vicini fin dall’inizio”.