MotoGP, Cristian Gabarrini: “Jack Miller assomiglia tanto a Casey Stoner…”

Jack Miller
Jack Miller (getty images)

Dopo aver debuttato in MotoGP durante i Test di Valencia Jack Miller si sta preparando alla nuova avventura in classe regina con il team LCR di Lucio Cecchinello. Il giovane pilota australiano ha sfiorato il titolo iridato in Moto3 e dal 2015 sarà un pilota MotoGP senza passare per la Moto2.

Oltre alla nazionalità Jack Miller sembra avere diversi puniti in comune con Casey Stoner, anche se ha più volte dichiarato di preferire Valentino Rossi come modello e idolo personale

 

Jack Miller sulle orme di Casey Stoner?

Il pilota australiano classe 1995 non solo debutterà con la stessa moto con cui ha esordito Casey Stoner nel 2006, ma avrà al suo fianco lo stesso ingegnere di pista Cristian Gabarrini. Una semplice coincidenza o un segno del destino? Sarà il tempo a dare le dovute risposte, ma l’ingegnere Gabarrini, che ha seguito Miller nei tre giorni di prove a Valencia, sembra già affascinato dal giovane talento australiano.

“Casey per me è come un fratello minore, mentre Jack l’ho appena conosciuto, ma direi che li accomuna l’approccio alle corse – ha detto Gabarrini in un’intervista su Gpone.com -. Entrambi si fanno pochi problemi, badando prima di tutto alla sostanza e solo dopo ai dettagli. Jack ha dimostrato di sapersi adattare, ed abbiamo provato poche modifiche, tranne magari la posizione in sella”.

A Valencia Jack Miller ha girato quasi senza controlli elettronici in modo da poter apprendere il miglior modo per derapare con la Honda satellite, dato che è passato da una moto con 60 CV ad una con circa 230 CV. “Per andare forte con queste moto è fondamentale saperle far derapare nel modo giusto – ha sottolineato Cristian Gabarrini –. Il salto che ha fatto Jack è enorme, sia dal punto di vista del peso che della potenza della moto, ma anche se vado a pelle credo che il suo talento glielo consenta. Ha imparato rapidamente a controllare lo spin del posteriore senza aiuti elettronici”.