F1, Niki Lauda: “Nessun ordine di scuderia per Hamilton e Rosberg”

Niki Lauda (Getty Images)
Niki Lauda (Getty Images)

Domenica sul circuito di Yas Marina ad Abud Dhabi ci correrà il Gran Premio conclusivo del campionato mondiale di Formula1 2015. Il titolo è ancora in palio e a contenderselo ci sono i due piloti del team Mercedes, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, che in  classifica sono separati da 17 punti.

La particolarità della gara che si disputerà negli Emirati Arabi consisterà nell’assegnazione di punti doppi rispetto a quelle precedenti. Un fattore che non preoccupa i due contendenti perché entrambi puntano a vincere la corsa senza fare troppi calcoli.

Nel corso della stagione non sono mancate scintille tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg, ma ambedue sanno che ad Abu Dhabi non ci sarà un grosso margine di errore perché lì ci si giocherà tutto e potrebbe non esserci possibilità di rimediare.

 

Niki Lauda fa il punto della situazione

La Mercedes non intende fare alcun favoritismo ad Adu Dhabi. Lewis Hamilton e Nico Rosberg correranno ad armi pari. Su questo tema è chiaro Niki Lauda, presidente della scuderia tedesca, che nel corso dell’intervista rilasciata al Daily Mail ha dichiarato: “Non darò loro alcun ordine di scuderia. I due ragazzi riescono a capire da soli il modo in cui procedere. È opportuno che facciano da soli. Dopo Spa abbiamo detto loro di evitare incidenti e non è successo più nulla in seguito”. Ha poi specificato: “Ma questa è la gara finale. Lewis è davanti di 17 punti, ma entrambi vogliono conquistare il campionato del Mondo e una mia influenza non avrebbe senso. Tutti e due sono consapevoli dei rischi per la propria vettura se venissero coinvolti in un incidente uno contro l’altro. Questo è quanto c’è da sapere”.

Per quanto riguarda la permanenza ed il rinnovo di Lewis Hamilton non ci sono dubbi: “Ho sentito storie che dicono che Lewis abbia firmato per la Ferrari, ma questo è assolutamente sbagliato. Io e Toto Wolf abbiamo un ottimo rapporto con Lewis. Lui ci ha chiesto di lasciare in sospeso il discorso del contratto fino alla fine della stagione. Voleva concentrarsi sulle corse e noi siamo della stessa opinione. Resterà indipendentemente dal fatto che domenica vinca o perda“. Il contratto del pilota inglese scade nel 2015 e presto ci sarà un incontro per capire se l’accordo verrà prolungato o meno.

Infine Niki Lauda ha messo a confronto Lewis Hamilton e Nico Rosberg evidenziando i loro pregi e affermando che si tratta di due campioni: “Dal punto di vista della velocità sono uguali. Solo alcuni millesimi di secondo possono separarli. Nico è un lavoratore. Guarda ogni dettaglio e mette in ordine tutto. Lewis è un talento molto aggressivo, lui può fare sorpassi come nessun altro. Il motivo che abbiano che così tanto successo dipende dal fatto che riescono a sviluppare la macchina entrambi nella stessa direzione. Per me sono due campioni del Mondo, ma solo uno di loro lo sarà dopo Abu Dhabi”.