MotoGP Valencia, Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi era più veloce”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Dopo un inizio di week-end altamente positivo Jorge Lorenzo è stato costretto a ritirarsi nel Gran Premio di Valencia, dopo aver azzardato il cambio della moto per salire sulla Yamaha M1 da bagnato. Ma lo spagnolo si è presto reso conto di perdere terreno ed ha dovuto abbandonare il circuito Ricardo Tormo, dicendo addio alla rincorsa al secondo posto in classifica mondiale.

 

Jorge Lorenzo e i problemi sul bagnato

Dopo le prime gocce di pioggia Jorge Lorenzo è sembrato andare in crisi, forse troppo teso per la spettacolare prestazione di Valentino Rossi che lo aveva ormai messo ko nella corsa al titolo di vice campione del mondo. A quel punto il maiorchino della Yamaha ha tentato il tutto per tutto scegliendo di optare per la moto da bagnato, ma si è rivelato subito un grandissimo errore.

“Non avevo fiducia in quelle condizioni, non sapevo cosa aspettarmi da una curva all’altra. Ho anche rischiato di cadere ed ero più lento degli altri piloti. Al contrario di Aragon, questa volta la pioggia non mi ha aiutato”, ha spiegato Jorge Lorenzo al termine della corsa. “La partenza era stata buona, ma i problemi li ho avuti alla prima curva. Stavo cercando di superare un paio di piloti all’esterno, ma Pedrosa ha allargato la traiettoria e sono finito sul cordolo, perdendo tempo. Se non fosse successo, avrei potuto guidare più rilassato”, ha aggiunto il pilota Yamaha.

Poi è arrivata la folle decisione a metà gara e ancora una volta la pioggia ha mandato in tilt il maiorchino “Già sull’asciutto non avevo le stesse sensazioni delle prove e col bagnato era ancora peggio. Stavo perdendo troppo tempo e ho deciso di fermarmi, fare 3° o 4° non avrebbe avuto senso oggi, volevo vincere Marquez, ormai se ne era andato e mi sono giocato l’ultima carta”.

Eppure “Valentino con la stessa moto era più veloce. Forse bisogna intervenire sull’erogazione della M1, renderla più dolce, forse ha giocato anche il mio infortunio di Assen dello scorso anno. Sono condizioni che si possono trovare durante una stagione – ha aggiunto Jorge Lorenzo – e bisogna lavorare per migliorare”.