MotoGP, Carlo Pernat: “Valentino Rossi ha trapanato il cervello di Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Valentino Rossi (getty images)

Il Mondiale MotoGP 2014 si è chiuso con la vittoria indiscussa di Marc Marquez, autore di una prima metà di stagione da record. Il pilota spagnolo della Honda ufficiale ha ottenuto ben 13 vittorie e un secondo posto in 18 gare.

Dietro di lui ha creato un grande vuoto, ma Valentino Rossi ha mostrato di poter essere pronto alla sfida nel 2015. A patto che la Yamaha sia all’altezza della RC213V.

 

Motomondiale 2015, la grande sfida Marc Marquez vs Valentino Rossi

Carlo Pernat ha analizzato il GP di Valencia e il campionato MotoGP appena concluso con la sua solita e cinica lucidità: “Nemmeno nelle favole dei fratelli Grimm poteva accadere una cosa del genere, ovvero che due fratelli vincano il mondiale nello stesso anno – ha commentato Pernat sulle colone del sito Gpone.com -. È la prima volta nella storia… Abbiamo molto da imparare da loro”.

Ma Valentino Rossi sembra essere tornato in splendida forma, “è tornato ad essere il Rossi di quattro, cinque o sei anni fa e l’ha messo nel mirino – ha proseguito il manager ligure -. Lo ha anche dichiarato. Tutto dipende dalla Yamaha. Se la M1 va al livello della Honda, ci divertiremo molto”. E per il momento Jorge Lorenzo non sembra poter dare problemi di concorrenza al campione di Tavullia.

Secondo Pernat il pilota maiorchino deve fare i conti prima di tutto con se stesso, dal momento che “è stato triturato completamente da Valentino a livello psicologico. Avevo pensato che si fosse ripreso nelle ultime gare, invece è ripiombato nelle scuse, e quando parli così vuol dire che c’è qualcosa a livello mentale che non funziona. Il suo cervello qui è stato trapanato da Valentino – ha concluso Carlo Pernat -, che non ci ha messo nemmeno tanto”.

Tirando le somme in vista del 2015: la Ducati farà di certo un passo avanti con la nuova Desmosedici disegnata da Gigi Dall’Igna, Marc Marquez sarà ancora il super favorito e Valentino Rossi può dare filo da torcere con una M1 all’altezza della situazione. Senza dimenticare le ‘incognite’ Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa… Il Motomondiale 2015 si preannuncia già incandescente!