Formula1, Sebastian Vettel: “Pensavo che la Red Bull andasse più forte della McLaren”

Sebastian Vettel (getty images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel si è portato al quarto posto della classifica piloti dopo la quinta piazza ottenuta nel Gran Premio del Brasile disputato sul circuito di Interlagos. Il pilota della Red Bull con 159 punti precede di 2 lunghezze Fernando Alonso e di 3 Valteri Bottas.

Nell’ultima gara ad Abu Dhabi per il campione in carica sarà gran battaglia per mantenere questa posizione, che sicuramente non lo soddisfa dopo i 4 titoli Mondiali consecutivi conquistati ma che è ormai l’unico obiettivo rimastogli.

Le Williams sembrano più in forma delle Red Bull in questo periodo e servirà una grande prestazione negli Emirati Arabi, dove i punti finali varranno doppi. Attenzione anche alla Ferrari però. Fernando Alonso vorrà concludere al meglio la stagione prima di lasciare probabilmente la scuderia di Maranello per fare spazio proprio al tedesco.

 

Sebastian Vettel si accontenta del 5° posto

Sebastian Vettel dopo il Gran Premio del Brasile ha rivolto subito un pensiero alla prossima gara ad Abu Dhabi: “Vedremo, dipende da quanto sarà veloce la Williams… nelle ultime gare sono diventati sempre più forti e molto consistenti, quindi ovviamente prima e seconda posizione sono fuori questione, se tutto va bene. Sfortunatamente ad Interlagos non ha piovuto, è improbabile che piova ad Abu Dhabi, ma non si sa mai, quindi speriamo di tirare fuori il meglio dal finale“.

Il tedesco ai microfoni di Sky Sports UK ha rilasciato le seguenti affermazioni sul risultato ottenuto: “Siamo sempre secondi nei Costruttori. Credo che il quinto posto fosse il massimo.  Quinto o forse quarto, perché il primo giro non è stato ottimo per me, ma dopo questo abbiamo recuperato e messo a segno dei buoni punti”.

La partenze non è stata certo buona per lui e ne è consapevole: “Ho avuto un buono spunto, ma poi non ho trovato dove infilarmi alla prima curva”, ha spiegato. “Poi alla curva 4 non ho dei bei ricordi dalla gara di due anni fa. Non ero sicuro di quanto potesse essere aggressivo Magnussen e ho lasciato un po’ troppo spazio. Ho perso la vettura andando un po’ troppo largo e ho perso due posizioni perché non avevo potenza in uscita dalla curva. Ho dovuto quindi lottare duramente per recuperare le posizioni durante la gara“.

Un po’ di rammarico per Sebastian Vettel c’è, si aspettava che la sua Red Bull andasse più forte: “All’inizio della gara pensavamo di poter essere un po’ più forti delle McLaren ma sembravano davvero competitive oggi e quindi al massimo avrei potuto ottenere un’altra posizione. Ma alla fine quinto è un buon risultato“.