MotoGP Valencia, Valentino Rossi: “Jorge Lorenzo nervoso? Sono molto contento”

Valentino Rossi
Valentino Rossi e il suo team a Valencia (getty images)

Dopo l’inizio in salita nelle prove libere Valentino Rossi sorprende tutti con la sua prima pole stagionale al Gran Premio di Valencia, una piccola vittoria che mancava ormai da quattro anni, dal GP di Le Mans 2010. Il campione di Tavullia ha soffiato la prima piazza ad Andrea Iannone, in testa fino agli istanti finali delle Q2.

 

‘Il Dottore’ vs Jorge Lorenzo, sfida finale per il 2° posto mondiale

Ma guai ad adagiarsi sugli allori, perchè in gara c’è in gioco il secondo posto nella classifica mondiale e Jorge Lorenzo ha dimostrato di poter girare con qualche decimo di vantaggio su Valentino Rossi

“C’erano le gare in bianco e nero quando feci l’ultima pole! Sono contento perchè è stata una sorpresa – ha confessato il pesarese  -. Pensavo di poter andare bene, anche perchè ero andato forte nel turno prima, ma non la pole! Comunque è importantissimo partire davanti anche perchè la Yamaha quando le gomme calano soffriamo un po’ troppo. Comunque c’è ancora un po di tempo per lavorare, per migliorarci… intanto siamo in pole!”.

Al termine delle qualifiche del GP di Valencia Jorge Lorenzo gli ha rimproverato di aver seguito la sua scia per ottenere il tempo migliore: “Il fatto che questo lo abbia reso nervoso mi rende più contento”, ha scherzato Valentino Rossi. E sottolinea: “A me sarà capitato un centinaio di volte che un pilota dopo avermi seguito mi ha rubato la pole. La strategia serve, ma questa volta è stata solo fortuna, mi sono trovato al posto giusto al momento giusto – ha precisato il nove volte campione del mondo -. Dopo avere fatto un errore ho rallentato per avere un altro giro a disposizione e Jorge mi ha passato. Un piccolo aiuto me lo ha dato, ma non l’ho cercato”.

Per Valentino Rossi si tratta della 50esima pole in MotoGP, la 60esima in carriera: “E sono passati quattro anni e mezzo dall’ultima, Le Mans 2010, allora le gare erano ancora in bianco e nero (ride). In carriera mi è sempre più interessata la gara alla qualifica, ma qui è diverso, Valencia è stata sempre una pista difficile per me e la pole sarà d’aiuto per la gara”.

Una pole position che lascia ben sperare per il Mondiale 2015? “Marc è stato comunque sempre veloce e le sue qualifiche sono state influenzate da una caduta, per la gara vedo lui come il favorito. Per il prossimo anno l’obiettivo è quello di migliorare la Yamaha – ha concluso Rossi -, se riusciremo a stargli sempre vicini sarà più semplice che commetta errori. A inizio stagione aveva troppo margine”.