MotoGP Valencia, Jorge Lorenzo: “Ho sbagliato a rischiare”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Il GP di Valencia si è chiuso per Jorge Lorenzo con la delusione del ritiro, resa ancor più cocente dalle aspettative che tutti – lui per primo – riponevano nella performance di oggi sulla sua pista “talismano”.

Il maiorchino era scattato dalla seconda fila determinato ad avere la meglio sul compagno di squadra Valentino Rossi e conquistare così il secondo posto nella classifica del Motomondiale. Purtroppo non è andata così: Lorenzo è rimasto fin dall’inizio “intruppato” nel gruppo e dopo le prime gocce d’acqua ha cominciato a rallentare, perdendo colpo su colpo. Poi, a metà gara, ha azzardato il cambio moto in previsione dell’arrivo della pioggia, ma stavolta il meteo non gli ha dato ragione…

 

Gli errori di valutazione del maiorchino

Il cambio moto è stato dettato dalla consapevolezza che, in caso di pioggia, con le slick Lorenzo non sarebbe mai riuscito a battere il Dottore. “Ad Aragon decisi di cambiare moto e fu la scelta giusta – ha spiegato ai giornalisti al termine della gara – , qui purtroppo ho sbagliato perché poi non ha piovuto abbastanza per correre con le gomme rain. Ad inizio gara con le slick ho perso un sacco di tempo perché a causa della pioggerellina non riuscivo a trovare il grip ideale”.

Le condizioni meteorologiche di oggi sul circuito di Valencia l’hanno senz’altro penalizzato rispetto ai suoi rivali. “Gli altri piloti si trovavano meglio e a differenza mia, avendo un buon feeling non avevano paura di fare errori – sottolinea Lorenzo – . Come ad Aragon, ho preferito rischiare, piuttosto che finire 5° o 6°, ma oggi purtroppo non mi è andata bene. Appena ho cambiato moto ho iniziato a perdere 5-6 secondi al giro e perciò ho deciso di fermarmi”.

Ma il maiorchino è pronto anche stavolta a fare tesoro dell’esperienza, e guarda già alla prossima stagione. “Ora non ci resta che fare tesoro dei vari errori che abbiamo fatto quest’anno – conclude – per essere ancora più forti”.