Formula 1: la Ferrari di Fernando Alonso a fuoco sul circuito di Interlagos (VIDEO)

Fernando Alonso (getty images)
Fernando Alonso (getty images)

Fernando Alonso ha chiuso il venerdì di prove libere del Gran Premio del Brasile 2014 con il settimo crono, prima di dover abbandonare il tracciato di Interlagos a causa di un principio d’incendio a bordo della sua Ferrari F14T.

Alla curva 3 è stato lo stesso Fernando Alonso a dover intervenire con un estintore per limitare i danni alla monoposto. La sua power unit, con tanti chilometri già percorsi, si è infatti rotta costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa, ma per lui non scatterà nessuna penalità.

 

“Oggi sapevamo che utilizzando una power unit giunta alla fine del suo ciclo avremmo rischiato di non completare entrambe le sessioni – ha dichiarato Fernando Alonso sul sito Ferrari.com -, ma questo faceva parte di un programma adottato già da qualche gara. E’ sempre un peccato non riuscire a sfruttare tutti i minuti di prove a disposizione, anche se non credo che questo abbia condizionato troppo il nostro lavoro”.

Le alte temperature e le gomme Soft hanno ostacolato il lavoro della Ferrari e di Fernando Alonso, ma nella seconda parte dei 90 minuti, tuttavia, il calore in pista è diminuito e i tempi si sono nuovamente abbassati: “Con il nuovo asfalto la pista aveva molto grip ed era estremamente difficile mettere insieme un buon giro, perché il comportamento degli pneumatici variava ad ogni curva. Quando l’asfalto è nuovo la pioggia rappresenta sempre una grande incognita – ha sottolineato il pilota di Oviedo – ed è impossibile fare pronostici: doveva essere così anche a Sochi ma poi non ha piovuto e questo vuol dire che dobbiamo prepararci a tutto”.

Dai box della Rossa fanno sapere la power unit incendiata non causerà nessun problema nel week-end a Interlagos: “La power unit di Fernando aveva un chilometraggio elevato ed eravamo ben consapevoli che questo sarebbe stato il suo ultimo venerdì in pista, anche se è un peccato aver perso venti minuti di prove”, ha fatto sapere Pat Fry.