Moto3 Valencia, Alex Marquez: “Voglio vincere con il massimo fair-play”

Alex Marquez e Jack Miller
Alex Marquez e Jack Miller (getty images)

Archiviato il capitolo MotoGP e Moto2 resta da assegnare il titolo mondiale nella classe Moto3, dove del team Estrella Galicia 0,0 Alex Marquez dovrà gestire il vantaggio di 11 punti sull’inseguitore del team Red Bull KTM Ajo Jack Miller. Una sfida che si preannuncia accesissima visti gli ultimi duelli in pista al limite del regolamento: basti pensare che la Direzione di Gara ha convocato entrambi i piloti per invitarli ad una gara leale nel prossimo GP di Valencia.

 

Sfortuna a pare potrebbe essere l’anno dell’incoronazione dei due inseparabili fratelli Marquez che anche in settimana si sono allenati sul tracciato di Rufea in sella alle dirt-track. “Sono molto contento di esser qui a Valencia. E’ il miglior circuito su cui disputare l’ultima gara – ha detto Alex Marquez -. Io e la moto stiamo attraversando un buon momento, sono fiducioso per il weekend. Ringrazio tutti quelli che mi stanno sostenendo. Sono molto motivato per agguantare questa vittoria”

Alex Marquez spera in una gara corretta a Valencia… “Non so cosa aspettarmi in gara, vedremo dal ritmo che avró, soprattutto dal sabato – ha aggiunto il minore dei fratelli Marquez -. Voglio conquistare questo titolo con il massimo fair-play possibile, davanti a tutta questa gente. Col mio team rimaniamo concentrati sul lavoro, come sempre fatto, e magari cogliere la vittoria”.

Ma guai ad abbassare la concentrazione con un rivale agguerrito come Jack Miller: “Le gare della Moto3 sono sempre difficilissime e serrate. In un attimo sei in testa, quallo dopo puoi ritrovarti quinto o sesto. Ma sará bello lottare per il titolo, dobbiamo rimanere concentrati e vedere cosa ci riserveranno gli ultimi giri”, ha proseguito Alex Marquez che non vuole perdere l’occasione di diventare campione del mondo davanti al pubblico di casa, dove potrà contare sul sostegno di migliaia di fan.

E per vincere cercherà di seguire il consiglio di suo fratello… “Seguirò il consiglio di mio fratello Marc: mi ha detto di divertirmi. Rimarrò concentrato per tutto il fine settimana. L’importante è mettere a posto la moto ed avere un buon passo. Non mi aspetto alcun aiuto dagli altri piloti Honda e comunque in Moto3 è quasi impossibile adottare una strategia: corri per vincere e poi finisci quinto nel volatone finale”, ha concluso Alex Marquez.