MotoGP Valencia: Suzuki si prepara al grande ritorno

Davide Brivio (Getty Images)
Davide Brivio (Getty Images)

La Suzuki torna in MotoGP dopo ben tre anni di assenza. E lo fa proprio dove aveva disputato la sua ultima gara, sul celebre circuito di Valencia, prossima e ultima tappa del Motomondiale 2014, ma con un approccio totalmente nuovo. Randy De Puniet porterà infatti in gara la GSX-RR , con un motore 4 cilindri in linea al posto del “vecchio” V4, dopo averne seguito da vicino la fase di sviluppo. Ma già da lunedì il testimone passerà nelle mani di Aleix Espargarò e Maverick Viñales, i due piloti scelti per la prossima stagione. L’obiettivo, confermano il team manager Davide Brivio e lo stesso De Puniet, è quello di un rientro in grande stile…

 

Davide Brivio: “La nuova avventura ha realmente inizio”

Il ritorno sul circuito di Valencia arriva al termine di un anno molto intenso e impegnativo su tutti i fronti per il team Suzuki. “E’ un gran momento per noi dopo avere fatto così tanti test – ha dichiarato il team manager Davide Brivio ai colleghi di GPOne.com – . Stavamo aspettando per questo, è solo una wild card nell’ultima gara dell’anno ma sono felice di andare a Valencia e penso che sia una ricompensa per il grande lavoro fatto da Randy”.

L’appuntamento di Valencia è dunque denso di aspettative per il team Suzuki, che per la prima volta avrà un riscontro sul terreno del lavoro di questi ultimi mesi. “E’ la fine della nostra preparazione e sono eccitato – ha spiegato Brivio – . Qui è dove la nuova avventura ha realmente inizio. So che abbiamo un grande lavoro da fare e nel weekend raccoglieremo molte informazioni utili per l’inverno. È il primo confronto diretto con i nostri rivali e si può capire il proprio livello solo in gara”.

Di certo, però, il nuovo team intende mettercela tutta per portare a casa risultati importanti già a partire dalla prossima stagione. “Suzuki ha una lunga storia nelle corse ed è eccitante essere parte del suo rientro – ha ribadito Brivio – . Sono consapevole che la competizione sarà molto dura, i nostri avversari hanno continuato a progredire in questi tre anni, quindi dobbiamo riprenderli e recuperare il gap, imparando il più possibile. L’obiettivo è lottare con loro il più presto possibile”.

Randy De Puniet (Getty Images)
Randy De Puniet (Getty Images)

 

Randy De Puniet: “Sono sicuro che sarà un fine settimana positivo”

Anche il pilota Randy De Puniet vive con una certa emozione il grande ritorno di cui sarà protagonista assieme alla nuova moto. “Mi è mancato correre, mi sembra sia passato tantissimo tempo – ha confidato a GPOne.com – . Sono orgoglioso di far parte di questo ritorno e so che sarà difficile, ma voglio divertirmi e dare il massimo. Mi piace la pista, anche se non è la migliore per le MotoGP… Il campionato è alla fine, ma noi siamo solo all’inizio, sono sicuro che sarà un fine settimana positivo”.