F1: Audi in pista nel 2016 con Fernando Alonso?

L’Audi al debutto in Formula 1 nel 2016. E’ proprio questa l’indiscrezione che nelle ultime ore a preso a circolare con sempre più insistenza e riportata con dovizia di particolari dai colleghi di Auto Express, secondo cui la Casa dei Quattro Anelli potrebbe acquistare la Red Bull o la Toro Rosso, con Claudio Domenicali (ex-responsabile del reparto corse Ferrari) in veste di nuovo “team principal” e Fernando Alonso come prima guida.

Così – sempre a dar credito ai rumours – i vertici Audi sarebbero intenti a rinunciare all’impegno nella 24 Ore di Le Mans (dove hanno messo a segno dodici vittorie nelle ultime quattordici edizioni) e nel DTM (il popolarissimo campionato turismo tedesco) per concentrare tutte le loro risorse su quella che è la culla del motorsport per antonomasia. Così, all’interno del Gruppo VW le corse con le auto a ruote coperte resterebbero appannaggio di Porsche.

(Getty Images)
(Getty Images)

Il magazine britannico riferisce inoltre che Audi si occuperebbe internamente del sistema propulsore/kers/trasmissione, mentre per tutto il resto procederebbe all’acquisto di una struttura già esistente. E la scelta “naturale” non potrebbe che ricadere sulla Red Bull e la Toro Rosso, in virtù della profonda amicizia che lega il presidente del gruppo VW Ferdinand Piech e il numero uno della bvanda energetica con le ali (che peraltro è già stata sponsor principale di Audi nel DTM) Dietrich Mateschitz.

Il motore – l’1.6 V6 turbo richiesto dal regolamento di F1 – sarebbe in fase di “test” dall’inizio di quest’anno e quasi pronto per essere installato.

In un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale di Audi Sport, tuttavia, si legge che tutte le supposizioni circolate in queste ultime ore vanno ritenute tali: “Audi in Formula 1? Questi rumors continuano a emergere da anni con regolarità. E anche questa volta è pura speculazione senza alcun fondamento. Siamo impegnati nel FIA WEC, nel DTM e nelle serie GT. Nel 2015 aggiungeremo anche l’Audi Sport TT al nostro programma”.

Redazione