MotoGP, Andrea Iannone abbandona il GP di Sepang. “Troppi rischi, non vale la pena”

foto Instagram
foto Instagram

Prima penalizzato di un punto sulla licenza per la manovra azzardata ai danni Di Dani Pedrosa a Phillip Island, il giorno dopo l’infortunio e  il ritiro dal GP della Malesia dopo la caduta causata da Marc Marquez nelle prove libere 2 (non penalizzato). Un week-end da dimenticare per Andrea Iannone che stamane, dopo aver effettuato qualche giro in pista in sella alla sua Ducati Pramac, ha constatato la gravità dell’infortunio ed è stato costretto al ritiro.

Il pilota abruzzese era già dolorante all’anca dopo la caduta di una settimana fa in Australia, ma l’infortunio rimediato ieri ha siglato il definitivo ko. Andrea Iannone ha provato a salire in moto senza antidolorifici per valutare con certezza l’infortunio ed è riuscito a compiere soltanto tre giri, girando con un ritardo di sei secondi dal vertice. Un distacco che evidenzia in toto il dolore al braccio sinistro, che lo porterà al rientro in Italia già nella giornata di oggi.

 

“I problemi maggiori sono in frenata e nelle curve a sinistra – ha spiegato Iannone in un’intervista riportata da Gpone.com -. Abbiamo esaminato anche i dati con i miei tecnici e si vede chiaramente che non riesco a sollevare la moto, non ho controllo”. Inutile rischiare a questo punto della stagione, saggia decisione il ritiro per tornare in gran forma nell’ultimo Gran Premio di Valencia.
La situazione è troppo rischiosa per continuare in queste condizioni e Andrea Iannone ha scelto di fermarsi e non prendere parte né alle qualifiche né alla gara a Sepang. D’altronde il ritiro era nell’aria sin da subito, quando il pilota di Vasto è stato visitato dalla Clinica Mobile.

“Prenderei troppo rischi, non ne vale la pena. Parlerò ancora con i medici della Clinica Mobile ma non ci sono troppe possibilità – ha aggiunto il pilota Pramac -. Sento dolore al braccio, all’anca e alla schiena. In questo momento la cosa migliore è tornare in Italia e fare altri esami, anche se non c’è niente di rotto, e sottoporsi subito ai trattamenti più appropriati. L’obiettivo è tornare in forma per Valencia – ha concluso -, fra due settimane”. E sul suo profilo Twitter, dove ha pubblicato una foto con l’espressione alquanto sconfortata, ha cinguettato: “Non sarà facile ma ci proverò anche questa volta”. Forza Andrea Iannone!

 

 

 

Redazione