Incidente Marc Marquez-Andrea Iannone, Carlo Pernat contro Direzione Gara e Dorna

Andrea Iannone (getty images)
Andrea Iannone (getty images)

Nella fase finale delle Prove Libere 2 del Gran Premio di Sepang un contatto tra Marc Marquez e Andrea Iannone ha causato un incidente e la conseguente caduta del pilota abruzzese della Ducati Pramac. Andrea Iannone ha riportato una contusione al braccio sinistro, ma nulla che possa complicare il proseguimento del week-end. Ma la manovra azzardata del pilota spagnolo della Honda ha sollevato qualche giusta riflessione, soprattutto dopo il punto di penalizzazione inferto al pilota di Vasto dopo aver causato la caduta di Dani Pedrosa a Phillip Island.

 

Il manager ligure Carlo Pernat, sul suo profilo ufficiale Facebook, ha analizzato quanto accaduto con la sua solita e cinica obiettività: “Quello che oggi è successo a Sepang durante le prove del Motomondiale non mi sta bene – ha detto Pernat -. Marc Marquez ha centrato Andrea Iannone nell’ultima curva dell’ultimo giro procurandogli un grosso ematoma al braccio destro e mettendo in forse la sua gara di domenica. Marc si è scusato con Andrea – ha sottolineato il manager ligure – affermando che gli si era chiuso lo sterzo e non ha potuto fare a meno di centrarlo. A parte le scuse accettate domenica scorsa Andrea ha fatto un errore perchè non gli è entrata la marcia ed ha colpito Pedrosa. Andrea si è beccato un punto sulla patente del mondiale ed è stato giusto. Oggi la giuria non ha punito Marc per la stessa identica cosa e questo non è giusto”, ha sentenziato Carlo Pernat .

 

 

Ma non finisce qui, perché l’organizzatore della MotoGP non ha rilasciato nessuna immagine del contatto tra Marc Marquez e Andrea Iannone sul tracciato di Sepang: “Senza contare che la televisione , gestita dalla Dorna, non ha fatto vedere alcuna immagine dell’incidente mentre quella di Andrea è stata replicata un paio di volte. Ci sono forse figli di un Dio minore?”, chiede sarcasticamente Carlo Pernat. Ai posteri l’ardua sentenza…

 

 

Redazione