MotoGP Yamaha: l’eterna sfida Valentino Rossi vs Jorge Lorenzo. “2° posto questione personale”

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

Valentino Rossi approda in Malesia dopo la magnifica e quasi insperata vittoria nel GP di Phillip Island, dove ha beffato il compagno di squadra Jorge Lorenzo, in lotta per il secondo posto in classifica iridata. A Sepang il campione di Tavullia avrà il difficile compito di difendere la seconda posizione dagli attacchi di Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa che, quasi sicuramente, tenteranno il tutto per tutto prima della tappa finale a Valencia.

 

Fatto sta che Valentino Rossi non smette mai di stupire, complice il cambiamento dello stile di guida e l’arrivo del nuovo capo tecnico Silvano Galbusera che, dall’inizio del 2014, ha preso il posto di Jeremy Burgess dopo 14 anni di ‘matrimonio’ con il Dottore. Una scelta azzeccatissima che diversi piloti vorrebbero imitare (in primis Dani Pedrosa, che ha licenziato Mike Leitner a fine stagione) e che è stata condivisa anche dallo stesso Burgess, in visita ai box Yamaha in occasione della gara di Phillip Island.

Il cambiamento nel paddock ha portato gli effetti sperati, anzi, anche di più, dal momento che nessuno avrebbe mai immaginato Valentino Rossi per bene undici volte sul podio in una stagione (mancano ancora due gare…). “E pensare che alla fine dello scorso anno non sapevo se sarei stato ancora capace di essere veloce e di vincere”, ha recentemente ammesso il pesarese.

 

Alla fine del Motomondiale 2014 mancano due gare, Sepang e Valencia, e il titolo di vice campione del mondo non è roba da poco in una stagione contraddistinta da altissimi livelli di prestazione, in gran parte dominata dal fenomeno Marc Marquez. “Secondo posto nel Mondiale? Mi piacerebbe, come sempre, fare il massimo e vincere qui e poi anche il secondo posto nel mondiale è bello, è una questione personale con Lorenzo e Pedrosa, anche quest’anno abbiamo fatto tante battaglie”.

 

Di certo nel week-end malesiano assisteremo ad un’emozionante sfida tra le due Yamaha ufficiali, con le M1 che sembrano tornate ai livelli della concorrenza e con Rossi e Lorenzo in splendida forma. Una battaglia che regalerà scintille e batticuore, soprattutto all’interno dei box della casa di Iwata. Il Team Director Yamaha MotoGP, Massimo Meregalli, sembra ottimista in vista di Sepang e del futuro: “Dopo due bei weekend arriviamo alla fine di tre gare consecutive. Nelle ultime settimane abbiamo ottenuto grandi risultati come l’incredibile vittoria di Rossi a Philip Island e la vittoria di Jorge a Motegi. Il Gran Premio della Malesia potrebbe essere la sfida più importante di queste tre gare”.

Qui Yamaha ha effettuato alcuni test prestagionali e potrebbe essere facilitata nella ricerca del set-up ideale: “Sepang è impegnativo per il caldo e il layout. Grazie ai test pre-stagionali e perché ai piloti piace il circuito, possiamo essere ottimisti nelle aspettative – ha detto Meregalli -. La moto sta lavorando molto bene e sarà interessante vedere come i nostri dati riscontrati in questa stagione influenzeranno i nostri tempi . Siamo pronti a fare di nuovo del nostro meglio, che è molto importante in quanto siamo quasi alla fine della stagione”.

 

 

 

Redazione