MotoGP Phillip Island, Andrea Iannone: “Ho rovinato la gara a Pedrosa, gli chiedo scusa”

Una domenica da dimenticare, quella a Phillip Island, per Andrea Iannone e il suo team Ducati Pramac. Il giovane pilota ha avuto un contatto con Cal Crutchlow alla prima curva del GP d’Australia e, mentre tentava la risalita, al sesto giro ha nuovamente “toccato” Dani Pedrosa. Il “fattaccio” ha pregiudicato l’esito della gara, chiusa in undicesima posizione. “Dopo il contatto con Crutchlow ho perso molto terreno – spiega Iannone – e quando devi risalire prendi anche dei rischi. Poi c’è stato un problema. Il contatto con Pedrosa. È successo perché ho frenato troppo bruscamente ma anche perché non è entrata la prima marcia. Comunque è finita che ho toccato con l’anteriore la ruota posteriore di Pedrosa”.

Allo spagnolo della Honda l’incidente è costato non solo la speranza di salire sul podio in Australia, ma anche il secondo posto in campionato. “Ecco, questo mi dispiace moltissimo – dice -, ho rovinato la sua gara. Non l’ho certo fatto apposta, ma gli chiedo scusa”.

Quanto a lui, con la caduta ha “rimediato una brutta botta all’anca”, ma “niente di grave”, assicura. “Mi dispiace che sia andata così – conclude -. È una gara dove potevamo raccogliere tanto, ma bisogna imparare dagli errori”.

Redazione

(Getty Images)
(Getty Images)