RC auto: lotta agli evasori con l’autovelox. La Legge di Stabilità decreta la rivoluzione

7926-3103-safety-tutorRC Auto inevitabile per viaggiare sicuri! Dopo un periodo di incertezza è stato stabilito che d’ora in poi, grazie all’articolo 44 della Legge di Stabilità, autovelox, Ztl e tutor potranno controllare se il veicolo ‘fotografato’ è dotato o meno di copertura assicurativa. In questo modo sarà più facile scovare i circa 3,5 milioni di evasori che, pur circolando a bordo del proprio veicolo, non sono dotati di assicurazione, a danno degli onesti cittadini che pagano fiori di quattrini…

 

 

L’AUTOVELOX CONTRO GLI EVASORI – Da oggi in poi la fotografia diviene a tutti gli effetti un “atto di accertamento” e non sarà più necessario da parte delle forze dell’ordine fermare l’automobilista sul posto. La sanzione non verrà subito notificata, ma l’intestatario del veicolo immortalato da autovelox, Ztl o tutor sarà invitato a presentarsi in questura per mostrare il tagliando assicurativo. Non finisce qui, perchè presto, in mancanza di RC Auto accertata tramite dispositivo elettronico, scatterà direttamente la sanzione in modo da rendere la misura più incisiva. Inoltre dallo scorso 15 febbraio è stata allestita una sorta di «black list» con i dati relativi alle auto non assicurate che la Motorizzazione trasmette al ministero dell’Interno e alle forze di polizia. Finora però la contestazione della frode, seppur accertata in tempo reale attraverso la targa, era possibile solo in loco.

 

TRUFFE RC AUTO – Dall’altra parte gli automobilisti devono far fronte agli altissimi costi della RC auto, soprattutto in certe zone dell’Italia meridionale. Motivo per cui qualcuno aveva trovato un astuto (ma non troppo!) stratagemma. Secondo un’indagine dei carabinieri conclusasi con 3 arresti e 226 indagati almeno 200 clienti di agenzie assicurative di diverse città, in prevalenza abitanti nel napoletano, hanno falsificato i dati anagrafici per risultare residenti a Imperia e pagare una polizza meno cara rispetto alle tariffe della Campania. Almeno sette agenzie sarebbero state truffate per un valore di 900mila euro.

 

 

 

Redazione