MotoGP Phillip Island, Andrea Iannone: “Ho rischiato due volte di fare high side”

Andrea Iannone (getty images)
Andrea Iannone (getty images)

Andrea Iannone dopo aver brillato nelle prove libere del sabato non riesce a ripetersi nelle qualifiche del Gran Premio di Phillip Island 2014. Il pilota abruzzese della Ducati Pramac, che dalla prossima stagione vestirà la ‘casacca’ rossa della Ducati ufficiale, partirà dalla settima posizione in griglia di partenza, una terza fila tutta italiana insieme a Valentino Rossi e al futuro compagno di squadra Andrea Dovizioso.

 

ENIGMA TEMPERATURE A PHILLIP ISLAND – “Sono sicuro che avrei potuto fare meglio in Q2 – ha detto Andrea Iannone al termine della giornata di qualifiche -. Nella prima uscita ho avuto un problema col freno posteriore e nella seconda uscita con la gomma morbida ho rischiato due volte di fare high side. In compenso abbiamo abbastanza le idee chiare su che gomma posteriore usare domani in gara, ancora qualche dubbio sull’anteriore, dobbiamo vedere le temperature di domani”, ha concluso Andrea Iannone.

 

 

QUI YONNY HERNANDEZ – La pioggia ha inciso pesantemente sulle prestazioni del suo attuale compagno di team Yonny Hernandez (EnergyT.I Pramac Racing) e in generale dei piloti che hanno preso parte alla Q1, che a metà del turno hanno dovuto smettere di girare. È davvero un peccato perché Yonny sia ieri che oggi aveva dimostrato di potersi giocare fino all’ultimo la qualificazione in Q2. Domani partirà dalla 18esima posizione e sarà costretto ad una gara in rimonta per raggiungere la top ten finale.

ERRORI E PIOGGIA NELLA Q1 – “Abbiamo fatto un po’ di prove oggi ma non abbiamo trovato miglioramenti rispetto a ieri. Nella Q1 nella prima uscita ho fatto qualche errore e quando sono rientrato per la seconda volta è iniziato a piovere. Non so se sarei riuscito a entrare in Q2 – ha concluso Hernandez – ma sicuramente avrei migliorato e guadagnato un paio di file”.

 

 

Redazione