MotoGP, Marc Marquez: “Sarà difficile fermare Lorenzo e Rossi, ma voglio battere le Yamaha”

Marc Marquez (getty images)
Marc Marquez (getty images)

Marc Marquez conquista la 12esima pole stagionale sul circuito di Phillip Island, sotto gli occhi di Casey Stoner e Mick Doohan di cui eguaglia il record. L’ex campione australiano sarà ospite nei box Repsol Honda nel week-end e si è detto orgogliosissimo per il predominio della casa nipponica in MotoGP. Ma lo show adesso è tutto di Marc Marquez che promette battaglia alle Yamaha, nonostante il titolo iridato sia ormai assicurato. “Non mi illudo, so che domani sarà una gara dura e le Yamaha sono molto forti. Cosa tenterò di fare? Batterle“, ha sentenziato il campione di Cervera.

 

MARQUEZ SFIDA LE YAMAHA – Per il momento porta a casa un nuovo record e domani partirà dalla prima fila del Gran Premio di Phillip Island per rincorrere la 12esima vittoria in stagione: “Oggi mi sentivo abbastanza bene e questo è importante, perché ieri eravamo un po’ troppo lontani dalla vetta – ha spiegato Marc Marquez -. Abbiamo migliorato molto e riuscivo a guidare più “comodamente”. Ci aspettiamo una gara molto combattuta, ma adesso è l’ora di godersi il momento. Sarà difficile fermare sia Jorge (Lorenzo, ndr) che Valentino (Rossi, ndr), che sembrano avere il passo più veloce. Il mio obiettivo e le ambizioni sono le stesse di sempre e cercheremo di essere davanti, anche se durante il fine settimana – ha concluso Marquez – abbiamo anche cercato soluzioni diverse in ottica 2015″.

 

TIFO PER TITO RABAT E ALEX MARQUEZ – Ma domani il campione in carica della MotoGP farà il tifo anche per Tito Rabat in Moto2 e suo fratello Alex Marquez in Moto3: “Tito è nella situazione migliore, ha un gran vantaggio e deve continuare come ha sempre fatto, ricordandosi che non è la sua ultima possibilità per diventare campione. Per Alex invece sarà più difficile – ha dicharato Marc Marquez -, in Moto3 può succedere di tutto e questa è una pista in cui la scia conta molto. Dovrà mantenere la concentrazione e io farò un tifo speciale per lui”.

 

 

 

Redazione